Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 437.860.021
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 16 gennaio 2021 alle 18:42

Villoresi: indennizzo all’ex Preside, non fu “giusta causa”

Il prof Stefano Motta
Mercoledì 13 gennaio, presso l’Ufficio del Giudice del Lavoro dott.ssa Federica Trovò, al Tribunale di Lecco, si è chiuso il contenzioso che opponeva il prof. Stefano Motta al Collegio Arcivescovile Villoresi San Giuseppe di Monza, la cui sede di Merate (LC) Motta aveva guidato per quattro anni e mezzo in veste di preside.
Con l’avvento del nuovo rettore don Sergio Massironi e della gestione affidata al dott. Ciro Di Cecio, il preside Motta era stato messo da parte nel dicembre 2019 in un modo che aveva lasciato disorientati i docenti, gli alunni e le famiglie, e l’intera comunità meratese.
A un anno di distanza la causa promossa dal prof. Motta contro il Collegio si è conclusa con la firma di un verbale di conciliazione tra le parti, nel quale il titolo del licenziamento, che il Collegio aveva comminato “per giusta causa” appellandosi a motivazioni di ordine disciplinare, è stato mutato in “giustificato motivo”.
Per evitare il protrarsi della causa, il Collegio Villoresi ha corrisposto una somma che è stata ritenuta congrua e in funzione della quale il prof. Motta ha rinunciato all’impugnazione del licenziamento e il giudizio è stato perciò dichiarato estinto.
Il Collegio Villoresi ha concorso a pagare l’onorario dell’avvocato Agnese Massaro, legale del prof. Motta, oltre alle spese sostenute dallo stesso per l’introduzione del giudizio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco