Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 420.327.684
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 03 gennaio 2021 alle 11:36

Lomagna: gratitudine e auguri da Haiti da parte di suor Luisa

Come il resto del mondo, anche il popolo haitiano è stato messo a dura prova dal Covid-19. Accanto all’emergenza sanitaria, il paese si è trovato a dover fronteggiare altre situazioni difficili, come ha raccontato suor Luisa Dell’Orto, della comunità delle Piccole Sorelle del Vangelo di Charles De Foucauld e originaria di Lomagna, che dal 2002 vive proprio in uno dei quartieri di Port-au-Prince.

Nonostante l’anno particolarmente duro lasciato alle spalle, suor Luisa ha trovato comunque la forza di ringraziare “per il bene ricevuto e vissuto”. Da Haiti, infatti, ha mandato un messaggio proprio in occasione della fine dell’anno, ripercorrendo questo 2020 caratterizzato dall’allerta Covid e dalla chiusura delle scuole, fino ad arrivare agli attacchi delle bande armate ed alla svaluta della moneta locale.
Una “fatica portatrice di vita”, è così che suor Luisa ha descritto la forza che ha mosso lei e tutti coloro che hanno deciso di mettere a disposizione tempo e risorse per fornire alla popolazione locale un luogo sicuro, di tranquillità e dove studiare.

Di seguito il messaggio completo:
Port au-Prince, 31 dicembre 2020

A Te, Dio, la nostra lode! Noi Ti acclamiamo:
Tu sei Signore!
Per liberare l’umanità, ti sei fatto uomo, nel corpo della Vergine.
Che la tua misericordia sia su di noi come la nostra speranza è in Te.
Tu sei la mia speranza, mai sarò deluso.
(Inno di Lode)


Carissimi, in questa sera di fine anno, un anno cosi particolare e difficile, la preghiera del Te Deum si fa per me canto d’azione di grazie per tutto il bene ricevuto e vissuto, nonostante le situazioni disagiate.

Dal ‘pey-lok’-(paese bloccato) degli ultimi mesi del 2019 alla situazione attuale di insicurezza, passando per l’allerta del covid-19, la chiusura della scuola, le bande armate, i diversi attacchi contro i diritti umani, la svaluta della moneta, la vita di tutti i giorni non è stata facile, soprattutto per la gente, la nostra gente che ha mancato del necessario. Pertanto…. …pertanto in questo turbinio di tensioni, l’impegno di ciascuno, la volontà di trovare una stabilità, una normalità ha permesso di portare a termine positivamente l’anno scolastico e di cominciarne uno nuovo, di tenere aperto il Centro Kay Chal offrendo cosi un luogo di serenità, di tranquillità, di studio; al cuore delle incertezze per il centro, la certezza che è seme di vita; nonostante la scomparsa inattesa di Padre Nicolas, il primo sacerdote che ha inaugurato la parrocchia, la vita della comunità riprende poco a poco con il nuovo parroco; nonostante lo smarrimento e lo sconcerto dei giovani, siamo riusciti a accompagnare gli studenti universitari nel lavoro esigente e rigoroso dello studio universitario dando loro la possibilità di imparare a ‘tener duro’ e a portare a termine il ciclo di studio, al cuore del duro e severo distanziamento sociale, ecco apparire solidarietà et attenzione per la nostra gente cosi sprovveduta, al rischio di una ‘chiusura ‘individuale si è sostituito la voglia di pensare all’altro, di interessarsi di lui, di farsi prossimo, di ‘essere con’…come l’Emanuele, il Dio-con-noi. Allora non resta che dire grazie per la fatica vissuta perché portatrice di vita, grazie per la forza che il Signore ci ha dato per compiere la nostra missione, non deludendo neanche questa volta. Cosi possiamo ‘brindare’ al nuovo anno con fiducia e speranza, rinnovando la nostra fede: “Padre mio, io mi abbandono a te…”

A ciascuna, ciascuno auguro un anno abitato dalla fiducia e dalla pace, un anno ricco di bene seguendo la sola Stella che conduce all’uomo-Dio.

Con tutto il mio affetto, la mia amicizia e gratitudine,
ps Luisa

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco