Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 420.330.355
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 21 dicembre 2020 alle 18:42

Lomagna: Gesù bambino nasce a Corte Busca adagiato su uncamion militare in ricordo delle vittime del Covid di Bergamo

È un presepe scarno, essenziale, quello che da due giorni si trova sotto il colonnato di Corte Busca a Lomagna. A rappresentare la natività, della sacra famiglia c’è solo il bambinel Gesù. A sostituire la capanna di Betlemme si impone invece un camion militare, che fa tornare alla mente la triste carovana di autocarri che da Bergamo trasportavano le bare dei morti per Covid durante la prima ondata della pandemia.

“Sappiamo che questo nostro presepe può far discutere. Per noi rappresenta un segno di speranza perché è come se Gesù volesse nascere ed essere presente proprio lì, in mezzo a quel dolore e a quella desolazione, per dare consolazione e forza a chi piange i propri cari” spiega il responsabile della struttura per anziani, Maurizio Volpi.

Clicca sull'immagine per ingrandire




“Mola mia” – “non mollare” in dialetto bergamasco – si trova scritto sui cerchioni del camion, un’esortazione che i dipendenti di Corte Busca si ripetono da ormai quasi un anno, sentendo forte il senso di responsabilità per quelle vite delicate che curano quotidianamente.
Sul camion compare, ben visibile, pure una poesia che è circolata molto su internet. È un invito a non rassegnarsi e non farsi prendere dallo sconforto. La stampa di questi cartelli è stata realizzata gratuitamente dalla tipografia Villa di Sirone.



L’idea è nata da un confronto tra la gestione del centro anziani e il signor Pietro Ronconi, appassionato di presepi, che ha poi tradotto nell’opera che resterà a Lomagna per il resto delle festività. È stata realizzata da Ronconi, insieme al suo gruppo di volontari che è solito riprodurre la natività a Garbagnate Monastero, composto da Enrico Bonfanti, Mattia Longhi e Antonio Rigamonti.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco