• Sei il visitatore n° 496.008.385
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 03 dicembre 2020 alle 18:50

Riserva naturale Lago di Sartirana: un'opportunità da cogliere al volo

Elena Calogero
Il Comitato Civico Ambiente di Merate da più di un anno si occupa con passione e competenza della nostra splendida Riserva. Abbiamo sempre sottolineato le priorità per la tutela dell’ambiente di un sito che persino la comunità europea aveva elogiato per caratteristiche naturalistiche di eccellenza. Nel nostro percorso continuiamo a interfacciarci con Regione Lombardia che sappiamo aver più volte sollecitato l’Ente Gestore (il Comune di Merate), ad applicare le norme delle leggi che negli anni hanno sancito come gestire i siti protetti dei quali fa parte la nostra Riserva. Ci preme sottolineare che non è soltanto un lago dove pescare (se vi è ancora presenza di pesce dopo la strage di Agosto), o un luogo dove passeggiare col cane (Regione ha già chiesto di intervenire ma constatiamo che vi è una forte resistenza per far rispettare il divieto e continuiamo a sollecitare la Regione a favore di un suo intervento) o un’area di differente zonizzazione (zona A e zona B) dove, nel tempo, una zona è stata trasformata in giardino pubblico senza applicare correttamente i limiti di tutela e i divieti che la legge impone far rispettare in modalità identica su tutta la superficie della Riserva.

Sappiamo che, sempre su richiesta della Regione, si sta lavorando al nuovo Piano di Gestione e che passerà al vaglio anche di tutti i cittadini e le associazioni che vorranno partecipare. Auspichiamo di essere in tanti.

La nostra Riserva è un’ insieme di biodiversità di flora e di fauna che per la sua fragilità naturale richiede un’attenzione particolare. Il percorso di affidamento al Parco regionale di Montevecchia e Valle del Curone è prossimo alla sua conclusione e siamo certi che, con la nuova gestione, verranno applicate tutte le tutele normate che purtroppo in questi anni sono state in parte disattese. Ne approfittiamo per sollecitare il Comune a concludere il prima possibile la cessazione che, ricordiamo, non è facoltativa ma rientra negli obblighi della legge regionale di riorganizzazione nr.28 del 2016 e che ci pare in una situazione immotivata di stallo.


L’Unione Europea e la Regione Lombardia chiedono sforzi per migliorare la coerenza ecologica di Natura 2000 grazie al mantenimento e allo sviluppo del paesaggio che rivestono primaria importanza per la flora e per la fauna selvatiche. Ossia quegli elementi che, per la loro struttura o il loro ruolo di collegamento, sono essenziali per la migrazione, la distribuzione geografica e lo scambio genetico di specie selvatiche. Ci preme segnalare al Comune che sono in arrivo fondi regionali e comunitari a favore della biodiversità in Lombardia. Il bando di partecipazione “Programma regionale per interventi territoriali a salvaguardia della biodiversità – Life Gestire 2020” stanzia oltre 2 milioni di euro a fondi regionali(1.026.112) ed europei (1.051.401) a favore degli Enti Gestori dei Siti Natura 2000 e delle aree protette ai sensi della legge 86/83 che possono presentare le domande. I termini della gara sono: apertura 15 ottobre 2020 chiusura 29 gennaio 2020

Il bando si articola in 9 linee di intervento e possono essere presentate domande per una o più linee: connessioni ecologiche; radicazione e contenimento delle specie vegetali aliene invasive secondo quanto previsto da protocolli; tutela di anfibi e rettili di interesse comunitario (esempio gestione specie esotiche di testuggini palustri, rana, salamandra); siti interessati alla presenza di zone umide quali aree di svernamento e di riproduzione di specie rilevanti di avifauna acquatica; gestione canneti… solo per citare alcuni punti riportati nel bando.

Visto che gennaio sarà la data ultima entro la quale presentare le domande, auspichiamo che l’Ente Gestore si affretti per non far perdere alla nostra Comunità un’occasione così importante e ci rendiamo disponibili qualora fosse necessario un supporto.
Elena Calogero, presidente Comitato Civico Ambiente Merate
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco