• Sei il visitatore n° 466.819.072
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 03 dicembre 2020 alle 12:01

Olgiate: ''R-Esistibile Teatro'' in scena racconta Sergio De Meo

«Dopo l’annuncio dell’entrata della Lombardia in “zona rossa” qualche settimana fa, lo sconforto e lo sgomento hanno colpito tutti noi, ma è stato proprio quel giorno che abbiamo deciso di reagire.

Abbiamo deciso di cercare un modo per far circolare la bellezza ad ogni costo, per ritrovarci con gli altri, non arrenderci e per continuare a fare il nostro mestiere ad ogni costo, come tutti.  La bellezza è incontro con gli altri, scambio, un momento di felicità, stare bene. Siamo un attore, Stefano, e una operatrice culturale, Michela, e abbiamo deciso di unire le nostre competenze per creare dei momenti di bellezza per tutti, con i mezzi che oggi abbiamo a disposizione.

Non è il teatro forse sempre stato specchio della società? Le donne fuori dal palco, il teatro fuori dalla città, le compagnie di teatro alla corte dei ricchi, i guitti in piazza, zero teatro durante la quaresima… teatro via internet durante una pandemia nel 2020!

È nata così la nostra idea. L’abbiamo voluta chiamare R-Esistibile teatro, con tutti i giochi di parole che ci possono venire in mente.

L’abbiamo fatto in primis per noi, per avere un motivo per resistere allo sconforto e alla paura per il futuro, attraverso quello che sappiamo fare. Ma siccome il teatro non si fa da soli, R-Esistibile può esistere solo se condiviso.
Così sono arrivati due professionisti, loro sponte, a condividere con noi questo progetto: Simone Riva, musicista e vicino di casa, e Riccardo Cogliati, un nostro amico, compaesano, una figura poliedrica, un intellettuale che sa raccontare in modo così chiaro e mai banale che lo ascolteresti anche se leggesse lo scontrino della spesa.
Ed è arrivato il pubblico, che per tre episodi ha già seguito questa iniziativa e che ogni sera ci ringrazia per la compagnia e condivide con noi questa esperienza che siamo certi, almeno per noi, resterà unica.
Grazie a R-Esistibile teatro tante persone che per diversi motivi non riuscivano più ad andare a teatro hanno ricominciato a regalarsi uno spettacolo, giovani coppie con bambini piccoli, pensionati, persone con un lavoro molto impegnativo o persone senza lavoro. Abbiamo messo in contatto spettatori da diverse parti del mondo. Grazie alle tournée internazionali di Stefano ci sono ogni sera spettatori anche dal Sud America, dagli USA, dall’Australia, dall’Irlanda, che si incontrano con i nostri vicini di casa ed il pubblico della Brianza. Questo sarebbe molto complicato, o quantomeno molto raro, con uno spettacolo in presenza!


Questi spettatori hanno dato vita ad un modo nuovo di fruire del teatro, stando comodi in poltrona, sorseggiando qualcosa, ma non con distrazione, bensì con l’attenzione e la leggerezza di chi ha scelto di condividere il qui e ora con altre persone.

Lavorare a distanza per Stefano, Simone e Riccardo non è facile. Non si possono fare prove, la vera prova coincide con lo spettacolo, soltanto al momento della trasmissione infatti gli artisti sono in presenza e l’adrenalina è alta poiché gli imprevisti in agguato sono molti, in aggiunta alla componente live c’è anche la parte tecnologica, con la connessione lentissima di Beolco ed il freddo pungente di questi giorni, che minaccia lo spegnimento del computer e di tutte le apparecchiature connesse. Fino ad ora però non ci sono stati problemi.

Stefano Panzeri


C’è sempre una magia in teatro, che alla fine fa filare tutto liscio, pare che funzioni anche dove il teatro non c’è, forse basta solo che ci sia una storia da raccontare e delle persone disposte ad ascoltarla. A noi piace pensarla così.»
Michela Mannari e Stefano Panzeri
R-Esistibile teatro

COME PARTECIPARE
R-Esistibile Teatro
4 - 11 - 18 dicembre ore 21.00
Costo di partecipazione 10 euro, inteso a connessione, non a persona, a serata
Prenotazione obbligatoria scrivendo a resistibileteatro@gmail.com

CHI SIAMO
L’A-TEAM DI R-ESISITIBILE TEATRO

STEFANO PANZERI
Attore di teatro, da tempo ha dedicato la sua produzione artistica alle storie degli esserti umani.
Prima con Vincenzo Rabito, un semianalfabeta siciliano del 1899 il cui diario è stato pubblicato da Einaudi col titolo TERRA MATTA e che Stefano ha trasformato in 4 monologhi che dal 2015 porta in giro per l’Italia e per il mondo.

Famiglia Stefano Panzeri

Lo scorso inverno ha realizzato MI RACCONTO, un progetto di raccolta di memorie che ha portato all’incisione di una serie di CD che si possono ascoltare presso la Biblioteca di Olgiate Molgora. Il progetto è stato sostenuto dal Comune, con le storie di vita dei cittadini che hanno voluto regalarle, dopo un breve seminario di autonarrazione condotto da Stefano.

Ha da poco debuttato con NEL VENTRE, tratto dall’omonimo romanzo di Sergio Claudio Perroni, la storia delle ultime ore dei soldati nascosti nella pancia del cavallo di Troia, i loro timori, le aspettative, l’adrenalina e la paura degli uomini, dentro a quella macchina di legno.

Dal 13 novembre 2020 continua il suo viaggio nelle storie con una serie teatrale a puntate. Brevi letture dal diario di SERGIO DE MEO, trasmesse in diretta da luoghi suggestivi di questa nostra verde e bellissima Brianza, con i colori evocativi dell’autunno e intorno il silenzio che li abita in queste settimane.

 


MICHELA MANNARI
Una laurea in lingue ad indirizzo scienze della comunicazione, un master in management dello spettacolo. Dieci anni alla giuda di Opera education, un progetto internazionale del Teatro Sociale di Como per avvicinare all’opera lirica il giovane pubblico e le famiglie. Da quattro anni si occupa di promuovere i progetti socio-culturali e teatrali di AttivaMente, una cooperativa sociale ONLUS di Como, che produce spettacoli e formazione integrando teatro, counseling e diverse discipline.

RICCARDO COGLIATI
Mi chiamo Riccardo Cogliati, ho quarant’anni anni e lavoro come responsabile di filiale per un’azienda commerciale. Sono appassionato di narrativa e negli anni ho partecipato a diversi concorsi letterari; ho pubblicato un racconto a puntate sul Giornale di Merate e ho collaborato come sceneggiatore all’episodio pilota del gioco televisivo Psyco - Delitti per gioco. Un paio di miei componimenti sono stati selezionati dal sito aphorism.it e sono entrati in una collana cartacea. Sto cercando di pubblicare il mio primo romanzo, Cognati Armati. E cinque anni fa ho inventato un gioco in scatola, chiamato Curiosity, di cui ho prodotto un prototipo funzionante.

Famiglia Riccardo Cogliati

Sono sposato da dieci anni con Greta, che lavora come correttrice di bozze, e quattro anni fa dal nostro amore è nata Azzurra Remedios.
Negli ultimi tempi ho aperto un blog dedericato al mio più grande idolo, lo scrittore Gabriel Garcia Márquez, dove raccolgo curiosità su di lui e dove ho caricato l’intera trama della sua opera più famosa, Cent’anni di solitudine, da me riassunta e descritta.
Durante il primo lockdown mi sono cimentato nella scrittura di un testo teatrale, Il grande Ghezzi, su cui sto tutt’ora lavorando col progetto di proporlo alle compagnie teatrali amatoriali.
Anni fa ho raggiunto la grande soddisfazione di vedere pubblicata una mia poesia dedicata all’emittente radiofonica Radio Deejay sul blog personale di Linus.
Dall'hobby del pianoforte, negli ultimi due anni mi sono cimentato nella composizione di alcuni brani, con l'intenzione di completare un album da dieci pezzi.

SIMONE RIVA
Simone Riva musicista polistrumentista diplomato in Chitarra presso i Civici corsi di Jazz di Milano. Si è laureato in Scienze e tecnologie della Comunicazione Musicale presso l'Università statale di Milano. Interessato all'applicazione della musica come terapia si diploma come Musicoterapista. Mosso dalla voglia di scoprire come avvicinare sin da piccolissimi alla musica e facilitare lo sviluppo di competenze musicali per la vita, diventa Insegnante AIGAM adottando la Music Learning Theory sia in contesto prescolare che applicato allo strumento.
Ha militato in diverse formazioni musicali sul territorio nazionale, attualmente è impegnato come musicista nel progetto di nomadismo musicale Dona Flor - dove la tradizione musicale viene rielaborata e vestita di influenze cangianti di grande intensità.

Famiglia Simone Riva

È parte attiva del progetto Tutti giù per terra – eventi didattico musicali su misura che si propone di portare la musica live nelle scuole e nei musei per bambini e famiglie.
Non è nuovo al teatro: ha preso parte allo spettacolo di teatro canzone “Oltre il Giardino” - sentiero narrato e musicato in punta di leggerezza che percorre la storia delle persone vissute in contesti psichiatrici dai manicomi ai giorni nostri - e in “Frida - la pazzia non esiste” di Chiara Donizzetti, racconto della vita di Frida Khalo con musica dal vivo.

SERGIO DE MEO E IL SUO DIARIO
Classe 1921 residente a Lecco, ha sette figli e una volta conclusa la guerra a cui prende parte, diventa professore di lettere, professione a cui si dedica fino al pensionamento.

Il testo.
Sergio ha raccontato la sua vita di soldato, i bui anni della guerra con uno stile curato, una prosa fine, d’altri tempi, senza tuttavia edulcorare mai la crudezza di alcune sue esperienze e senza perdere mai il contatto con la realtà. È lo scritto di un giovane desideroso di avventure, ma al contempo alle prese con il suo primo allontanamento dal nido famigliare, un giovane che sente il dovere di servire la patria, di emulare l’esempio del padre impegnato in Marina, ma che, in alcune occasioni, come ognuno dì noi, si trova, seppur a malincuore, a dover mettere da parte i grandi valori per salvarsi.
Uno scritto infine in cui L’amore per il teatro, la letteratura, l’opera e la poesia - arti nelle quali si cimenta anche come autore oltre che esserne un attento studioso e fruitore- accompagna il giovane, fragile soldato e funge da viatico durante i bui anni del fascismo della guerra e da ancora di salvezza contro la deriva dell’annichilamento interiore del soldato prima e del prigioniero poi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco