• Sei il visitatore n° 475.246.061
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 28 novembre 2020 alle 16:22

Lomagna: bando per le microimprese con 15mila€. Critiche in CC sulla scuola media

Uscirà settimana prossima un bando comunale rivolto alle microimprese con sede operativa a Lomagna da prima del 1° marzo. L'amministrazione mette a disposizione 15 mila euro alle attività rimaste chiuse nel periodo del lockdown tra marzo e aprile. A ciascuna impresa di artigianato e del commercio al dettaglio, con un massimo di cinque dipendenti, verrà erogato un contributo a fondo perduto di 330 euro, fino ad esaurimento dei fondi secondo l'ordine cronologico di acquisizione agli atti. L'importo potrebbe aumentare fino a un massimo di 660 euro per ciascun beneficiario se pervenisse un numero di richieste inferiore alle aspettative. Il contributo in ogni caso sarà soggetto alla ritenuta fiscale del 4%. Sono espressamente escluse dal beneficio le partite Iva, le società del settore finanziario, assicurativo e intermediazione immobiliare, le Spa, le attività con sale gioco, compro oro o call center.

Sono questi i dettagli che ha fornito l'assessore Pierangelo Manganini durante la discussione sulla variazione di bilancio, nel Consiglio comunale di giovedì 26 novembre. Manganini ha poi aggiunto che il fondo sarà composto anche dai 30 mila euro per il rimborso della TARI alle imprese lomagnesi.

Nella foto l'assessore al bilancio Pierangelo Manganini

Nuove risorse saranno destinate all'isola ecologica con 13 mila euro per la manutenzione e 8 mila euro di investimento, provenienti dalla Provincia di Lecco, per la messa a norma dell'impianto di prima pioggia e per l'implementazione della segnaletica.

Sul fronte del Documento Unico di Programmazione sono stati espressi gli investimenti per il prossimo triennio. Nel primo anno il Comune punta ad accendere un mutuo di 334 mila euro per la manutenzione straordinaria di via Donatori del Sangue. Se poi dovesse arrivare un contributo statale di 238 mila euro si metterà mano all'incrocio tra via Giotto, via del Mulino e via Martiri della Libertà, intervento che varrà complessivamente 297 mila euro. Un progetto, come noto, indigesto alla minoranza, ribadito anche durante l'ultima assise dando vita a un nuovo battibecco tra il capogruppo di minoranza Mauro Sala e il vice sindaco Stefano Fumagalli.

Il parcheggio fuori dal Municipio chiuso da un anno perché pericolante verrebbe messo in sicurezza nel 2021 con 100 mila euro statali e 67 mila comunali. Si prospetta sempre per il 2021 la manutenzione straordinaria degli immobili Aler per circa 100 mila euro, grazie a un bando regionale che dovrebbe garantire 85 mila euro esterni. C'è poi la sistemazione del campo sportivo di via Volta per circa mezzo milione di euro.

Ha generato dibattito il milione e mezzo di euro, ora interamente sostenuti da fondi statali, per i lavori sul cappotto esterno e i serramenti alla scuola media, di cui Lomagna è capofila sui quattro Comuni (Cernusco Lombardone, Montevecchia e Osnago oltre a Lomagna stessa). "La ditta Siram ha vinto l'appalto sovracomunale, con capofila Missaglia, che doveva fare sulla scuola media una parte del cappotto, almeno così era scritto nel bando - ha dichiarato il vice sindaco Stefano Fumagalli - Noi abbiamo cercato di coinvolgere la società per fare in modo di intervenire su tutto l'edificio compreso i serramenti. La società ha fatto la proposta, ma la procedura che si voleva intraprendere non è stata condivisa da tutti e quattro i Comuni. Di conseguenza siamo ancora in attesa se proseguire o meno. Nel frattempo è uscito questo bando che prevede il totale finanziamento dell'opera e se arriva dallo Stato decade la prima ipotesi".

 

Il consigliere Sala ha cercato di capire come mai l'iter iniziale si sia inceppato. Fumagalli ha perciò replicato: "Cernusco ha evidenziato a suo modo una non corretta procedura e ha voluto approfondire con gli Enti preposti, immagino l'Anac, se questa procedura poteva andare bene o no. Noi siamo in attesa". Il capogruppo di Uniti per Lomagna ha sottolineato che la segretaria comunale di Cernusco Lombardone avrebbe rilevato "gravi violazioni di numerose norme del Codice dei contratti e in particolare l'assenza per i tre Comuni di Lomagna, Osnago e Montevecchia di un contratto di concessione concluso o in esecuzione". Ha quindi domandato chi abbia sbagliato nelle valutazioni. "Quando arriverà la risposta di chi potrà giudicare vedremo come muoverci. Ad oggi sono opinioni" ha replicato l'ex sindaco.

Nel 2022 si segnalano la messa a norma in materia antisismica della scuola primaria per 80 mila euro, facendo ricorso a risorse proprie da permessi a costruire, e 100 mila euro per la palestra comunale, e i 380 mila euro statali per il cimitero.

Sia la variazione di bilancio che il DUP sono stati approvati con il voto contrario della minoranza, che reputa la programmazione economica eccessivamente concentrata sul primo anno. L'opposizione ha inoltre chiesto di ottenere la presidenza della Commissione Bilancio per dettare i tempi di convocazione. Si è optato per un confronto tra presidente e vice anche sulle date di convocazione nell'ottica di una collaborazione. Manganini ha quindi sostenuto, come già fatto in passato, che la Commissione potrà darsi anche un indirizzo propositivo.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco