Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 373.555.162
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/01/2021
Merate: 59 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 41 µg/mc
Lecco: v. Sora: 33 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Venerdì 27 novembre 2020 alle 17:54

Un attimo di serenità per tutti noi

Buona sera Direttore,
anche oggi ho letto il tuo editoriale. MARASMA COMPLETO.
Visto che gli over 70 con il passare dei mesi devono inventarsi una serenità accettabile, dati i tempi e le restrizioni, ho pensato di coinvolgere anche Te e i tuoi lettori per canticchiare con me un brano che ha fatto parte di un pezzo della nostra vita e che ho elaborato a modo mio e che trovo tremendamente attuale.
No, il Covid ancora non ha azzerato i miei neuroni che se ne stanno comodamente ben piantati dove sono e sono molto attenti.
Allora incomincio, Tu e i lettori seguitemi.....

Caro amico Ti scrivo, così mi distraggo un pò
E siccome non sei molto lontano,più forte Ti scriverò
Da quando il Covid è arrivato c'è una grande novità
L'anno vecchio è finito,ormai
Ma parecchio ancora qui non va

Si esce niente la sera, compreso quando è festa
E c'è chi ha messo cesti per cibo, farmaci, giornali
vicino alla finestra

E si sta senza parlare per intere settimane
E a quelli che non hanno niente da dire (istituzioni comprese)
Del tempo ne rimane  

Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
Porterà una trasformazione
E tutti quanti stiamo in fila aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno
si spera che ogni Cristo scenderà dalla Croce
(i contagiati ancora in terapia)

Anche i nostri figli faranno ritorno
Ci sarà da lavorare si spera e stipendi tutto l'anno
Anche i giovani potranno parlare
Mentre i computer da mesi già lo fanno.

E si andrà ancora a spasso(senza autocertificazione)
ognuno come gli va
Anche i vecchi potranno spostarsi ciascuno con la sua età

E senza grandi disturbi qualcuno sparirà
Saranno forse i troppo furbi
E i cretini di ogni età (ogni riferimento è puramente casuale)

Vedi caro amico cosa Ti scrivo e Ti dico
e come sono contenta
di essere qui in questo momento,
vedi, vedi, vedi,vedi,
vedi caro amico cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra,
per continuare a sperare.

E se quest'anno poi passasse in un istante,
vedi amico mio come diventa importante
che in questo istante ci sia anch'io.

L'anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità.
(per rivedervi e leggervi ancora)


(So che Lucio Dalla non me ne vorrà)  


Penso di avere fatto sorridere te e i lettori e.....se lo avete fatto abbiamo trovato la serenità di condividere questo momento.
Prossimamente su questo portale per gli Auguri di rito. Cordialità e saluti
Piera M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco