Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.961.355
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 27 novembre 2020 alle 16:19

Cernusco:21enne agli arresti domiciliari accusato di violenza sessuale e lesioni su una 17enne conosciuta su "instagram"

Un 21enne di Cernusco Lombardone si trova agli arresti domiciliari con un'accusa pesantissima da cui dovrà difendersi: violenza sessuale e lesioni aggravate.
Vittima una minorenne con la quale avrebbe avuto un rapporto dapprima consenziente e che poi sarebbe sfociato appunto in violenza.
Dati gli elementi raccolti e le prime risultanze investigative, il GIP di Bergamo Massimiliano Magliacani ha disposto la misura cautelare dei domiciliari.
I fatti risalgono allo scorso mese di settembre quando i due, conosciutisi su instagram, hanno deciso di incontrasi in un paesino della provincia di Bergamo dove risiede lei.
A casa da sola avrebbe invitato "l'amico" che si era spacciato per un coetaneo ma che invece di anni ne aveva 21, e dopo i primi approcci avrebbero avuto un rapporto sessuale. Quando però
la giovane ha iniziato ad avere una emorragia e ha chiesto al ragazzo di smettere, si sarebbe sentita rispondere un secco no e a nulla sarebbe valso opporre resistenza.
Rimasta sola e in preda ai dolori, ha chiamato una parente chiedendo di essere portata in ospedale e qui i medici l'hanno sottoposta a un intervento chirurgico.
Le indagini della squadra mobile, coordinate dal sostituto procuratore Franco Bettini, hanno portato a rintracciare il 21enne tramite il profilo instagram. Il magistrato, una volta acquisite tutte le informazioni, con le due fasi dell'incontro tra i ragazzi, quella consenziente e quella invece sfociata in violenza con tanto di lesioni certificate dall'ospedale, ha chiesto la misura cautelare ai domiciliari accordata dal GIP.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco