Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 375.341.240
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/01/2021
Merate: 67 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 56 µg/mc
Valmadrera: 89 µg/mc
Scritto Giovedì 26 novembre 2020 alle 22:33

Airuno: le Iene tentano di consegnare in rsa un sacchetto per Gilardi. Diniego del direttore sanitario a tutela dell'anziano

Print Friendly and PDF Bookmark and Share

Per la terza volta la trasmissione delle Iene è tornata sul caso del professor Carlo Gilardi. Rintracciato nella casa di riposo di Lecco "Airoldi e Muzzi", il noto cittadino airunese ha potuto mettersi in contatto telefonico con alcuni cugini ribadendo il desiderio di voler tornare presto a casa. Condizione la sua che è sotto stretta tutela dell'amministratrice di sostegno e del tribunale di Lecco che, hanno dichiarato, stanno agendo per proteggere la sua persona e il suo patrimonio e che per questa ragione hanno dovuto adottare tali misure che, a detta del badante Brahim, sarebbero in contrasto con tutto quanto desiderato e gridato a gran voce dall'anziano.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VISUALIZZARE IL VIDEO


Nel corso dell'ultimo servizio andato in onda, l'inviata è tornata alla residenza e ha tentato di consegnare un sacchetto con degli effetti personali (occhiali, lente, torcia, dentiera) e una lettera al signor Gilardi. Dopo che la persona alla reception ha negato la presenza dell'uomo sull'elenco dei degenti, è intervenuto il direttore sanitario dottor Andrea Millul che, al pressing della Iena, ha risposto come il "sacchetto" sarebbe stato consegnato alla dottoressa Elena Barra, l'amministratrice, per la decisione finale. Una comunicazione che non è stata per nulla gradita alla giornalista di Mediaset che ha tentato in tutti i modi di fare pressione sul dottor Millul appellandosi al diritto sia del signor Carlo di avere una lettera che dei parenti di poter mettersi in contatto con lui.

Il diniego, motivato dalla volontà di non destabilizzare psicologicamente ed emotivamente l'anziano e di tutelarlo, ha portato la giornalista a riprendersi il sacchetto e consegnarlo ai parenti con la raccomandazione di tenerla aggiornatA sugli sviluppi. Nei prossimi giorni, invece, secondo le dichiarazioni dell'avvocato Barra il sindaco di Airuno Alessandro Milani potrebbe essere messo in contatto con Carlo Gilardi per sincerarsi delle sue condizioni.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco