Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 375.333.387
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/01/2021
Merate: 67 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 56 µg/mc
Valmadrera: 89 µg/mc
Scritto Mercoledì 25 novembre 2020 alle 16:35

Caso ''Gilardi'', dott.ssa Barra: smentisco la ricostruzione dei fatti e non è stato disposto alcun Tso. Solidarietà dagli avvocati

Print Friendly and PDF Bookmark and Share
Carlo Gilardi non è stato sottoposto ad alcun trattamento sanitario obbligatorio prima di essere portato nella residenza Airoldi e Muzzi di Lecco dove si trova tuttora e non è stato lasciato da solo tanto che la sua amministratrice di sostegno dottoressa Elena Barra gli ha fatto visita ed è rimasta in contatto con lui anche tramite videochiamate.


Il professor Carlo Gilardi


L'avvocato Elena Barra

Dopo la messa in onda del secondo servizio televisivo delle Iene, è lo stesso avvocato a prendere nuovamente posizione respingendo una serie di accuse e ricostruzioni che sono state messe in onda, per bocca di due inservienti che, mascherati, hanno fornito una serie di informazioni sulle condizioni del signor Gilardi, le modalità con cui è arrivato in struttura, le sue reazioni.


“Alla luce dell’ulteriore servizio de Le Iene che riporta nuovamente la vicenda basandosi sul racconto di Brahim per denunciare i soprusi asseritamente subiti del Prof. Carlo Gilardi, ribadisco la mia ferma smentita sulla ricostruzione dei fatti, e in primis sulla circostanza che sarebbe stato disposto un TSO, assolutamente falsa. Vista la continua spettacolarizzazione della vicenda personale e umana del mio Amministrato, pur riconoscendo l’impegno profuso da chi fa informazione alla ricerca della verità e al servizio dell’interesse pubblico, intendo riportare nelle sedi Giudiziarie competenti ogni aspetto di tutela del Prof. Carlo Gilardi, evitando, allo stato, di rilasciare ulteriori dichiarazioni”.

A esprimere sostegno e vicinanza alla collega, come del resto aveva già fatto il tribunale stesso la scorsa settimana confermando le azioni intraprese a tutela del signor Gilardi, è intervenuto anche l'ordine degli avvocati di Lecco che ha diramato il seguente comunicato, condannando le accuse, gli insulti e le minacce rivolti alla dottoressa Barra tramite social network.


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco