Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 363.971.409
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/11/20
Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 26 µg/mc
Scritto Venerdì 20 novembre 2020 alle 14:33

Lomagna: festeggia il 18esimo violando il lockdown e rubando una bici,arrestato

Il tribunale di Lecco
È stato fermato questa notte all’1:30 a Lomagna, nei pressi della ditta Marcegaglia: i carabinieri di  Merate l’hanno trovato - insieme ad altri due soggetti che però si sono dati alla fuga - in possesso di una bicicletta rubata.
M.R.J.D. residente a Bernareggio allo scoccare della mezzanotte era appena diventato maggiorenne e già nella mattinata di oggi si è trovato ad essere tradotto presso il Tribunale di Lecco con un’accusa di furto in abitazione. Secondo il racconto del ragazzo, al cospetto del giudice Enrico Manzi per il processo direttissimo, per festeggiare il compleanno sarebbe uscito di casa sprezzante del vigente lockdown “per fare un giro”. Avrebbe raccontato di non conoscere i giovani con cui si sarebbe incontrato casualmente nel corso della notte appena passata e in compagnia di loro si sarebbe recato nel comune di Lomagna, asportando una mountain bike dal cortile di un condominio.
Il neo maggiorenne, incensurato, ha ammesso l’addebito, aggiungendo però di non essere stato lui a rompere il lucchetto con cui la bicicletta era stata legata (nonostante i militari gli avessero trovato addosso un tronchese).
Il giudice Manzi, ha accolto la richiesta del Vpo Mattia Mascaro sia sulla convalida dell’arresto che sulla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Il difensore d’ufficio ha chiesto un termine a difesa per definire il rito da seguire. Si tornerà in aula il 15 gennaio.
F.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco