Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.714.893
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 19 novembre 2020 alle 12:15

Airuno servizio Le Iene sul Sig. Carlo aiutiamolo

L'altra sera ho visto il servizio del programma Le Iene in merito alla vicenda del Sig. Carlo di Airuno di cui avevate anticipato notizia. Un misto di rabbia, indignazione e profonda commozione a seguito di quanto sta accadendo a questo straordinario Signore (con la S maiuscola) di raffinata cultura distintosi nella sua vita per bontà, generosità verso i meno fortunati e ora costretto al ricovero forzato in RSA contro la sua volontà e necessità. La cosa ancora più grave che nessuno, a parte un giudice e l amministratore di sostegno sanno dove si trova. Allontanato dalle tante persone che gli vogliono bene e portato via con i carabinieri. Privato della sua libertà senza neppure poter essere assistito dal suo avvocato di fiducia. Trattato peggio del peggior criminale. Ma in quale paese viviamo? Sig. Carlo non ci conosciamo ma penso che presto ci sarà un esercito di persone pacifiche, al quale sono pronta ad arruolarmi, che farà fronte comune per liberarla dalla sua prigionia. Lei e nessun altro merita quanto le stanno facendo. Tutti insieme possiamo inviare una mail all indirizzo dell avvocato, suo amministratore di sostegno, ed al Tribunale di Lecco con scritto semplicemente "voglio sapere come sta carlo" tanto da intasare la posta elettronica dei destinatari tutti i giorni fino alla sua liberazione.
Io sono pronta.
Cristina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco