Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 375.750.418
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/01/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 5 µg/mc
Scritto Venerdì 30 ottobre 2020 alle 18:03

L'Asst affronta la seconda ondata con 125 nomine, container per valutare le quarantene e "prestiti" per l'ospedale in Fiera

Il direttore generale dell'ASST Paolo Favini
"Stiamo crescendo in maniera controllata e ci stiamo adeguando ai bisogni del territorio" così il direttore generale dell'ASST Paolo Favini in apertura di conferenza stampa per dettagliare i numeri dei posti letto covid approntati e già occupati negli ospedali di Lecco e Merate.
Numeri in crescendo, che hanno spogliato di fatto il Mandic del suo status di "covid free" come era stato idilliacamente dipinto nei mesi scorsi, per convertirlo nuovamente ad ospitare fino a 129 malati, pari al 68% della capienza (almeno secondo la programmazione attuale, che chiaramente potrebbe anche cambiare). Dal canto suo il Manzoni resta ospedale hub. Al momento ha 160 posti covid disponibili ed è già al completo. Può arrivare a un massimo del 45% di conversione della capienza. Il resto è insopprimibile in quanto destinato a quelle attività che non possono essere rinviate e in cui il fattore tempo è determinante (quindi interventi di natura cardiologica, neurologica, ecc)
Dando seguito alle domande rivolte in conferenza, Favini ha comunicato che sono 42 i dipendenti dell'ASST risultati positivi al Covid19 a seguito di 770 tamponi su 417 "teste".
La metà di costoro, ha spiegato, riguarda positività di asintomatici riscontrate per via di contatti esterni con contagiati prossimi (moglie, marito,...). Ampliando il tampone sul resto del personale ospedaliero restato a contatto con il lavoratore, si è arrivati ad aumentare il numero dei casi. Non è possibile dunque stabilire se si sia trattato di un contagio intra o extra ospedale. “Non malati. Non mi risultano sintomatici di questi 42 che abbiano problemi medici importanti” ha ribadito Favini.
Per le terapie intensive, se ne conta una "pulita" all'ospedale di Lecco. Ci sono poi quella del terzo piano con dieci posti letto già occupati, la subintensiva sempre del terzo piano satura e infine la semi-intensiva del quarto piano che è pulita. La Rianimazione a Merate va verso la totale area covid.
Dal primo di settembre sono state fatte 125 nomine di personale nelle varie forme consentite dalla normativa
Per la dirigenza medica sei a tempo indeterminato, 15 a tempo indeterminato, uno a incarico libero professionale, 3 co.co.co. e altri 3/4 posti di co.co.co. anestesisti.
Per la dirigenza non medica 10 le nomine (4 a tempo indeterminato e 6 incarichi)
Per il comparto tra tecnici e infermieri si è a 6 nomine mentre ne sono state attivate 26 in campo amministrativo e 3 per il comparto tecnico. Tutte chiaramente subordinate poi all'accettazione degli interessati.
Sempre in tema di personale, parlando dell'ospedale in Fiera, a domanda diretta Favini ha risposto che "la fiera è una grande rianimazione per centralizzare personale e pazienti ottimizzando risultati e utilizzo del personale. Regione ha organizzato questa attività, ad oggi non ho ancora comunicazione certa anche se come tutti gli altri ospedali della Lombardia saremo chiamati a dare il nostro contributo".
E' realistica infine l'ipotesi di installazione di alcuni container per evitare assembramenti, dedicando uno spazio riservato ai pazienti in quarantena che devono venire a fare un secondo tampone ed essere rivalutati e che necessitano dunque di uno spazio precauzionale a parte, con ingressi separati e chiusi.
Concludendo ancora con i numeri sono 5 i decessi registrati in ospedale in questa seconda fase.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco