Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 394.438.633
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/05/2021
Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Scritto Sabato 24 ottobre 2020 alle 14:59

Pandemia e burocrazia, alla signora abbandonata da medico e ATS racconto la mia odissea

Vi racconto la mia odissea. In data 15.05.2020 alle ore 14 entro in Italia proveniente da uno Stato estero (Svizzera); come da prassi compilo l'autocertificazione e mi si fornisce un ulteriore modulo per la quarantena obbligatoria (Dove la svolgerò, indirizzo, telefono, con quale mezzo raggiungerò quel luogo, targa del mezzo, percorso ecc ecc) con l'esortazione (più volte ripetuta) di chiamare IMMEDIATAMENTE l'ATS Insubria.

Naturalmente sarebbe troppo intelligente scrivere sul modulo il numero di telefono dell'ATS.

Parcheggio dopo la dogana, cerco il numero (visto che va fatto IMMEDIATAMENTE) e chiamo, attesa di 15 minuti, risposta "Ma a lei chi le ha detto che deve chiamare noi??? Lei deve chiamare l'ufficio igiene di Como IMMEDIATAMENTE".

Cerco il numero, chiamo, suona sempre libero, non un messaggio vocale che dica qualcosa.. niente. Guardo sul loro sito e.. lavorano fino alle 12, dalle 9 alle 12 alla faccia della pandemia mondiale e dell'emergenza. Se ne parla lunedì (meno male che era IMMEDIATAMENTE).

Aspetto lunedì, chiamo chiamo chiamo ed alla fine dopo ore rispondono "Ma scusi a lei chi le ha detto che deve chiamare noi ? Deve mandare una mail a... (indirizzo @gmail... neppure istituzionale) e ripetere per filo e per segno quanto scritto sul modulo in dogana.

Lo faccia IMMEDIATAMENTE".... Scrivo la mail e magia (!!!) dopo poco una risposta ottengo una risposta: "Senta ma lei perchè scrive a noi ? Deve scrivere all'ATS di Lecco IMMEDIATAMENTE". Vado sul loro sito e, come sarebbe ovvio e lecito aspettarsi, cerco un link in Homepage. Niente di niente, spulcio il sito e trovo il form da compilare.

Compilo 4-5 pagine di formulari vari aspettandomi pure una ricevuta visto che non solo è mio dovere ma anche obbligo annunciare il mio ingresso in Italia. Finisco la compilazione e "Il presente form non rilascia alcuna ricevuta". Fantastico.

Intanto sono già passate 72 ore... IMMEDIATAMENTE mi raccomando !

In data 19 Maggio ricevo via mail indicazione dell'ATS per l'isolamento fiduciario e, il giorno dopo 20 Maggio (5 giorni dopo il mio ingresso in Italia), ricevo la chiamata quotidiana per comunicare la mia temperatura corporea misurata mattina e sera.

Mi sono sentito il protagonista del cartone animato di Asterix ( https://www.youtube.com/watch?v=RatpMrD5aeM )

Signora si consoli, come lei ed io saremo a migliaia in questo povero Stato allo sbando.

Saluti

Roberto
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco