Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 364.158.628
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/11/20
Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 26 µg/mc
Scritto Sabato 17 ottobre 2020 alle 09:54

'Imbersago in Più' interroga sulle difficoltà della 4^ elementare, trasferita in biblioteca

L'opposizione di ''Imbersago in Più'' presenterà nel prossimo consiglio comunale un'interrogazione inerente alla situazione della classe quarta della scuola primaria Stoppani di Imbersago. Secondo quanto i consiglieri del gruppo spiegano di aver raccolto tra i genitori, le difficoltà per questi alunni - trasferiti da inizio anno nella mediateca per usufruire di spazi più ampi, le difficoltà riscontrate nel primo mese di scuola non sarebbero poche.

La mediateca di Imbersago

Due su tutte la preparazione prima dell'ora di motoria, che richiede più tempo del previsto, e la mancanza di una lavagna multimediale. ''I genitori si stanno già muovendo, ma abbiamo ritenuto di poter essere 'cassa di risonanza', interrogando il Sindaco e l'Assessore competente su alcune questioni specifiche'' ha spiegato il gruppo di minoranza.
Di seguito il testo completo dell'interrogazione:
Interrogazione: classe 4° scuola primaria A. Stoppani (Mediateca)

Consapevoli della situazione che il paese ed i suoi cittadini stanno attraversando a causa della pandemia COVID19 e delle difficoltà riscontrate nella riorganizzazione della vita scolastica ma coscienti che il valore della scuola non sia solo formazione culturale  ma anche  etico  e sociale,  siamo fortemente convinti che tra i primari interessi di un’amministrazione ci dovrebbe essere la  tutela di chi quotidianamente in essa lavora o studia.

Lo spostamento delle attività scolastiche in Mediateca, al fine di consentire lo svolgere delle lezioni senza dividere la classe, era sembrato, in un primo momento, la migliore soluzione.
A circa un mese dall’inizio delle attività scolastiche notiamo continui disagi che l’amministrazione avrebbe potuto dissipare con interventi mirati.

La situazione attuale rende difficile garantire il diritto a molte attività che dovrebbero essere assicurate.

Alcuni esempi:
1. Motoria: organizzazione difficoltosa perché la preparazione dei bambini chiede più tempo di quello attribuito all’attività stessa
2. Mancanza della lavagna interattiva multimediale, L.I.M. Limita la classe 4° nel poter  usufruire di un modello di didattica più immersiva.

Sono alcuni dei disagi che vanno uniti a quelli causati dal luogo (non classe standard) quali:

1. l’utilizzo di un bagno per 26 bambini, dove risulta, di fatto, difficile sanificare soprattutto durante l’ora di ricreazione.
2. Il riscaldamento a pavimento il quale vantaggio è nella distribuzione uniforme del calore ma per contro il calore è emesso qualche giorno dopo l’accensione.

L’amministrazione, riguardo il punto 2, in relazione al periodo difficile per l’emergenza Covid19  e al manifestarsi delle prime influenze per il cambio stagione, avrebbe potuto firmare un’ordinanza di prevenzione per attivare il riscaldamento ad inizio settimana.

Tenuto conto dell’anno difficile che le famiglie, i docenti e soprattutto i bambini sono costretti  ad affrontare invitiamo a trovare rapide soluzioni studiando azioni che possano portare ad un miglioramento dell’attuale situazione.
In attesa di un vostro riscontro scritto porgiamo

Cordiali saluti

Imbersago in Più
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco