Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.364.039
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 03 ottobre 2020 alle 14:22

Imbersago: ''Per tutti'' chiede lumi sulla situazione a scuola

Nel consiglio comunale che si è riunito ad Imbersago mercoledì sera, 30 settembre, il sindaco Fabio Vergani ha fornito una risposta scritta ad una lettera che lo scorso 8 luglio il gruppo consigliare di minoranza ''Imbersago per tutti'' aveva indirizzato all'Amministrazione chiedendo chiarimenti rispetto alla gestione del ''problema Covid'' con l'apertura scolastica. Vergani ha dato lettura di una risposta scritta, che riportiamo di seguito subito dopo la richiesta inviata dal capogruppo di ''Per tutti'', Dante Panzeri, lo scorso luglio:

Alla cortese attenzione del signor Sindaco

Alla cortese attenzione della Giunta Comunale

Con la presente invitiamo il Signor Sindaco a esporre le decisioni prese riguardanti la gestione del Problema COVID 19 , in merito alla prossima apertura scolastica.

Consapevoli che non sono ancora state individuate linee guida a livello nazionali , ma siamo a conoscenza che ogni Comune sta valutando delle soluzioni proprie , al fine di garantire una sicurezza , sia alla salute ,sia all’istruzione.

Inoltre saremmo grati di conoscere gli attuali iscritti alla scuola prioritaria di Imbersago , residenti e non , visto , che veniva spesso sottolineato di aver previsto un “ calo” degli alunni , mentre sembrerebbe l’opposto.

Cordialmente

Dante Panzeri – Imbersago per tutti

Con riferimento alla questione posta relativamente alla ripartenza della scuola primaria dopo l’emergenza coronavirus, si precisa che l’attuazione delle linee guida e dei protocolli di sicurezza all’interno degli edifici scolastici esula dalle competenze specifiche dell’Amministrazione comunale.

Pur essendo il Sindaco responsabile e garante della salute pubblica dei cittadini e il Comune proprietario nello specifico degli immobili in cui ha sede la scuola primaria, è il Dirigente Scolastico la figura preposta ad assicurare la gestione dell'istituzione scolastica, perché ne ha la rappresentanza legale: egli è peraltro il responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali. E’ inoltre il responsabile della sicurezza all’interno degli ambienti scolastici, compito che esercita avvalendosi della collaborazione del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, meglio conosciuto con l’acronimo di RSPP.

Venendo alle competenze proprie dell’Amministrazione comunale, si specifica che:

il servizio piedibus è confermato nelle consuete 4 linee e sta funzionando oggi come di consueto, grazie alla preziosa collaborazione di numerosi volontari;
il servizio di presidio della mensa, in accordo con il Dirigente Scolastico, verrà presto eseguito con l’ausilio di operatori identificati di concerto con i Comuni facenti riferimento all’istituto comprensivo di Robbiate;
l’anno scolastico è partito regolarmente il 14 settembre e fino a questo momento non si sono verificate problematiche legate alle conseguenze dell’emergenza Covid.
sono stati acquistati mobili e arredi per garantire la funzionalità degli ambienti in riferimento alle disposizioni relative al distanziamento.

In merito al quesito posto sul numero di iscritti alla “scuola prioritaria”, se devo intendere per prioritaria la Scuola Primaria, il numero degli iscritti per l’anno scolastico 2020-2021 è il seguente:

Gli alunni iscritti sono 105, di cui 19 non residenti e nel dettaglio, gli alunni sono così ripartiti:

Classe prima: 13
Classe seconda: 15
Classe terza A: 16
Classe terza B: 16
Classe quarta: 26
Classe quinta: 19

Diversamente, per la Scuola Secondaria di Primo Grado il numero degli iscritti è nel complesso pari a 51, tutti residenti e nel dettaglio così ripartiti:

Classe prima: 12
Classe seconda: 16
Classe terza: 23.

Se invece per scuola prioritaria si intende scuola Paritaria, magari identificando in modo improprio la scuola dell’Infanzia Maria e Nicolò Castelbarco, il numero degli iscritti ammonta a circa 45. La sezione primavera non trova attuazione.

Preciso infine che l’affermazione attribuita all’Amministrazione, secondo cui “veniva spesso sottolineato di  aver previsto un calo degli alunni, mentre sembrerebbe l’opposto”, la stessa risulta fuorviante e priva di fondamento, visto che non è mai stata pronunciata in nessuna sede dal sottoscritto o da altri: si è invece evidenziato a più riprese che il calo degli alunni dovuto alla contrazione delle nascite negli ultimi anni, potrebbe evidenziare degli aspetti positivi in termini di distanziamento e di mancato affollamento delle classi, alla luce delle conseguenze della pandemia e in seguito all’introduzione delle nuove norme sulla riapertura.  


                                    Il Sindaco
                                       Fabio Vergani
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco