Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 353.508.621
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 15 settembre 2020 alle 15:39

''L'Alpino'': caro Silvio io ho combattuto il Covid per 38 giorni, non per 12 stando al pc...

"Sono contento che Silvio Berlusconi sia tornato a casa dall'ospedale, ma il Cavaliere, per rispetto nei confronti di chi ha veramente rischiato di morire, non deve dire stupidaggini...".

Ferruccio in una foto durante il suo ricovero e poi il primo giorno rientrato a casa

Ferruccio Amonini, 57 anni di Cernusco Lombardone, conosciuto da più come l'Alpino, non le manda a dire all'ex premier, che proprio ieri ha lasciato l'ospedale San Raffaele, dove era stato ricoverato undici giorni prima. Oltre ad essere risultato positivo al tampone del Covid, gli era stato diagnosticato un principio di polmonite bilaterale: da qui la decisione del suo medico personale, il professor Alberto Zangrillo di Missaglia, di ricoverarlo presso la struttura sanitaria milanese.
Se possibile Amonini vorrebbe addirittura che il Cavaliere vedesse il suo video, registrato il giorno in cui, dopo quasi quaranta giorni di ricovero, aveva lasciato il reparto di Pneumologia dell'Ospedale di Merate, per fare ritorno a casa.
"Lunedì sera stavo seguendo il telegiornale quando ho sentito che parlavano di Covid ho prestato subito attenzione. E' stato a quel punto che ho sentito le dichiarazioni di Berlusconi... Mi ha preso un impulso e ho cominciato a scrivere...":
Ferruccio Amonini ha affidato ai social il suo sfogo che in poche ore ha ottenuto numerosi like e condivisioni.
"Sono inorridito nel sentire quelle parole, il suo tampone è risultato il più alto in assoluto come gravità di tutti i ricoverati di Covid del San Raffaele e te ne esci dopo soli nove giorni di ricovero? Io e tantissimi altri che il Covid lo abbiamo avuto veramente in forma grave sappiamo di cosa stiamo parlando. Abbiamo visto uscire morti di ogni età, ma soprattutto uomini e donne anziani, dell'età del Berlusca. Caro Silvio io sono stato in ospedale per il Covid 38 giorni, di cui una settimana in Terapia intensiva dove per ben due volte ho rischiato di lasciarci le penne. Sono stato sotto ossigeno per 35 giorni ininterrottamente, ho provato le cure sperimentali per una settimana senza garanzie di riuscita...  Ho ventisette anni meno di te - scrive Ferruccio rivolgendosi all'ex Premier - e il mio fisico è da sempre abituato a regimi di lavoro molto duri, quindi anche la reazione al Covid e anche alle cure ritengo sia stata molto più forte rispetto a te che di anni ne hai 83 e conduci una vita movimentata. Nel tuo caso la malattia era in forma certamente più leggera... altrimenti non saresti uscito sulle tue gambe dopo solo una manciata di giorni di ricovero, durante i quali hai continuato a lavorare al Pc. Io in quei giorni nel letto cercavo l'aria, che non trovavo neppure cercandola su Amazon - scherza l'Alpino - il tuo mi sembra più un colpo d'aria condizionata dell'auto che ti ha causato un po' di febbre...".


https://youtu.be/KmWGZCMDLnQ

Amonini, perché una reazione tanto veemente alle dichiarazioni del presidente Berlusconi, del resto come sua consuetudine ha cercato di sdrammatizzare un momento tragico.
"Ho scritto queste cose perché lo devo per rispetto a chi si è ammalato veramente e in forma grave di Covid, anche per coloro che non ce l'hanno fatta. Io sono riuscito a sopravvivere al Coronavirus, ma il "drago bastardo" si è preso mio padre".
Il Vigile del fuoco volontario va anche oltre, vorrebbe incontrare Silvio Berlusconi per raccontargli di persona cosa significa essere colpiti dal Covid-19.
"Caro Silvio - prosegue Ferruccio Amonini nel suo post - se vuoi e quando vuoi posso spiegarti io, davanti a un caffé, cosa significa combattere la battaglia contro il Covid. Io sono un alpino di origini valtellinesi e un pompiere e ora anche un ex malato di Covid, conosco la sofferenza e il dolore, non posso accettare che si dicano pubblicamente queste cose... Non siamo tutti stupidi ed è bene che si sappia".
A giudicare dai numerosissimi commenti suscitati dal post, sono in molti a condividere la posizione dell'Alpino. Come sono in molti ad augurarsi che il video di Amonini possa essere visto dallo stesso Silvio Berlusconi. Del resto Arcore è dietro l'angolo...
A.Bai.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco