Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 353.509.347
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Lunedì 14 settembre 2020 alle 19:29

Cernusco: ritardi di mezz'ora per il ritorno dello scuolabus

Primo giorno di scuola e primo disguido a Cernusco Lombardone. Il complesso meccanismo della ripartenza si è bloccato proprio all’ultimo ingranaggio. Lo scuolabus si è fatto attendere per 25 minuti all’uscita del plesso “G. Rodari”. Da quanto abbiamo potuto ricostruire venerdì scorso l’Istituto avrebbe comunicato all’amministrazione comunale una variazione sull’orario di uscita, scaglionato in due tranches. Rispetto a quella fissata in precedenza per le 12.15, è stata aggiunta una uscita anticipata alle 11.50. Il Comune aveva inoltrato l’aggiornamento alla ditta di trasporti che gestisce le corse, ma l’accavallamento di continue modifiche sul servizio da erogare nei diversi paesi ha portato al verificarsi di questa svista.

Trattandosi del turno di ritorno i genitori degli alunni iscritti al trasporto scolastico sono rimasti alle fermate a lungo. L’attesa del pullman ha generato una comprensibile ansia, in assenza di comunicazione, e malcontento. “Spiace per quanto accaduto – commenta la sindaca Giovanna De Capitani – Sarebbe stato meglio se tutto fosse filato liscio, ma può capitare data la situazione eccezionale. Proprio in questo momento stiamo effettuando un ultimo check sui turni e gli orari. C’è anche da dire che molte famiglie non sono venute ancora a ritirare in Municipio il tagliando del posto a sedere nonostante le nostre sollecitazioni. Per alcuni ragazzi delle medie all’andata non sapevamo a quali fermate attenderli”. Il primo cittadino ammette che durante questa prima settimana di sperimentazione si dovrà affinare la precisione del calcolo dei tempi di salita e discesa dal mezzo, considerando poi il nuovo tracciamento del percorso per quest’anno che vede un minor numero di fermate per tentare di ridurre la durata complessiva di percorrenza. Auspica dunque la comprensione delle famiglie.

“Non ci ha fatto piacere il disguido di oggi, ci teniamo a offrire il miglior servizio. Ci scusiamo per il disagio ma, senza voler fare polemica con nessuno, l’errore non è stato solo nostro – comunica Roberto Marasco, titolare della ditta di trasporto – Serviamo 12 Comuni e oggi erano in strada oltre una ventina dei nostri mezzi. L’unico problema è risultato a Cernusco. Noi da martedì scorso stiamo organizzando tutte le tabelle degli orari, ma riceviamo continui aggiornamenti. Cercheremo di andare sempre a migliorare”.

L’autobus è arrivato per la corsa delle 12.15, di conseguenza si è innescata la catena di ritardi per portare a casa prima i bambini usciti al 11.50, poi quelli del secondo turno e infine i ragazzi delle scuole medie. La linea mista Cernusco-Montevecchia non è stata invece intaccata dal disagio.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco