Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 353.500.781
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/09/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Lunedì 14 settembre 2020 alle 12:04

Montevecchia: 73 iscritti al "piedibus" e al parcheggio della scuola traffico moderato

A Montevecchia l’inizio delle lezioni è scattato alle 8.30. Per le vie del paese, già da prima delle 8.00 si vedevano gli zaini in spalla. Erano i bambini iscritti al piedibus. Tutti muniti di mascherina a coprire naso e bocca. Alcuni volontari misuravano la temperatura, secondo l’ordinanza sindacale di due giorni fa [clicca QUI]. In fila per due la processione di scolari e genitori diretti al polo scolastico.



L’”obbligo” rilanciato in più occasioni dal sindaco Franco Carminati di iscriversi al piedibus ha portato a un quasi raddoppio delle adesioni rispetto all’anno scorso, con 73 moduli compilati. Un incremento che entusiasma i genitori degli scolari che già negli altri anni utilizzavano il servizio. Il numero è tuttavia ancora scarso rispetto agli alunni della primaria che superano le 200 unità o rispetto alla soglia di 90 bambini iscritti al piedibus auspicata dal primo cittadino un paio di settimane fa.



Carminati aveva minacciato l’utilizzo di strumenti coercitivi se il numero fosse stato inferiore, a fronte dell’intasamento veicolare al parcheggio di via del Fontanile. In realtà in questa prima mattinata di scuola, in cui le classi prime entravano mezz’ora dopo, il traffico è risultato del tutto controllato, senza fenomeni di coda delle automobili in ingresso.



Le classi si sono radunate nel campetto di basket sotto l’edificio scolastico, per agevolare l’entrata a scuola controllata evitando ammassamenti sull’uscio delle porte. Posizionato nel sottopassaggio, il termocanner a infrarossi controllato per oggi dal sindaco Carminati in persona era puntato verso la fila di bambini che camminando ordinatamente uno dietro l’altro passava di lì per il check obbligatorio del Comune.



Per almeno questa settimana non si potrà utilizzare il cortile oggetto di intervento di riqualificazione. Il primo cittadino auspica che i lavori saranno ultimati entro il fine settimana. Già è stato posato il tappeto in erba sintetica e costruito il vialetto in cemento per permettere il passaggio dei bambini in sedia a rotelle.




Tra i bambini si respira entusiasmo e voglia di rivedere e scherzare con gli amici. Negli scorsi mesi, raccontano dei genitori, non sono stati persi i contatti, sentendosi con i cellulari o vedendosi al parco o infine frequentando il centro estivo. L’emozione non è poca sia per i bambini sia per i genitori. Le informazioni della scuola sui comportamenti da adottare sono arrivate nei giorni scorsi. Le raccomandazioni sono partite da casa e ora toccherà ai docenti il compito di farle comprendere fino in fondo e farle applicare.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco