Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 358.259.938
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/10/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Giovedì 10 settembre 2020 alle 13:04

S. Maria Hoè: approvate in cc la riduzione della TARI e la variazione al bilancio 2020

Il segretario dr. Esposito e il sindaco Efrem Brambilla


Quella di martedì 8 settembre è stata una serata di consigli comunali per Santa Maria Hoè e per l'Unione dei Comuni della Valletta. Ad aprire la serata è stata l'amministrazione di Efrem Brambilla, riunitasi nella sala delle adunanze della sede municipale, che ha approvato come primo punto all'ordine del giorno il Documento Unico di Programmazione semplificato. "Il DUP semplificato ricalca quello che c'era in passato" ha esordito il sindaco "e gli obiettivi, fatta eccezione per l'aggiornamento della convenzione di segreteria, non cambiano". Il punto è stato dunque approvato senza intoppi, per passare poi alla determinazione delle tariffe 2020 della Tari, la tassa rifiuti. "Qualche tempo fa avevamo già espresso la volontà di agevolare le imprese penalizzate dal lockdown, costrette alla chiusura forzata, ma poi abbiamo deciso di fare qualcosa di più". Come già anticipato nel consiglio di lunedì, infatti, Santa Maria Hoè e La Valletta Brianza hanno preso la decisione condivisa di ridurre del 50% la quota variabile per tutte le utenze non domestiche e del 25% per quelle domestiche, potendo così dare una mano alle imprese ma anche ai cittadini. Allo stesso modo, il sindaco Brambilla ha ragguagliato il consiglio circa le scadenze, per cui si è deciso di prorogare ulteriormente una delle due rate, spostandola al 16 di novembre. Con l'approvazione all'unanimità - minoranza compresa, presente al completo - si è votato per l'immediata eseguibilità.


Con la trattazione del penultimo punto all'ordine del giorno è stato il momento della variazione al bilancio di previsione 2020, riguardo al quale il sindaco ha elencato alcune delle voci salienti, per un totale di 159.000 €. Nella cifra rientrano il contributo del 5x1000, per il quale lo Stato ha concesso ai comuni di incassare subito i soldi, che ammontano a circa 2000 € da utilizzare a scopo sociale. Nella variazione anche i 14.700 € derivanti dai dividendi di Lario Reti Holding e 1400 € di maggiori spese riconducibili agli asili nido e alle scuole dell'infanzia.

Poco prima della votazione, il consigliere Carmelo La Mancusa ha preso la parola per un intervento; riguardante la particolarità di questo momento storico. "Il periodo del lockdown ha messo in difficoltà le famiglie e le attività economiche" ha esordito "e per questo mi ritrovo a chiedere alla giunta un impegno dal punto di vista degli investimenti sociali". Anche per quanto riguarda la realtà comunale, per La Mancusa, è necessario agevolare le persone sia dal punto di vista economico - esattamente nel modo in cui l'amministrazione sta già facendo - ma anche nel vissuto quotidiano. "Per una vera ripartenza è necessario riequilibrare la forbice sociale" ha concluso "perchè le piccole rivoluzioni nel modo di fare e vedere la politica possono partire anche dai piccoli comuni come il nostro". Dopo questa breve parentesi, l'assise ha votato la variazione, con l'astensione di Roberto Corbetta, Gilberto Tavola e Mario Brambilla. In chiusura, le comunicazioni del sindaco sui contributi per gli investimenti provenienti dallo stato, che non hanno necessitato di essere messe ai voti. "I 50.000€ giunti dal contributo ministeriale della Legge di Bilancio" ha detto il sindaco Brambilla "sono stati suddivisi in due parti". La prima parte sarà usata per la manutenzione del parchetto di via Don Carlo Turrini e per il posizionamento dei servizi igienici e del sistema di videosorveglianza sulla pista d'atletica. Il restante sarà impiegato per alcune opere nella frazione di Alduno.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco