• Sei il visitatore n° 495.867.619
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 09 agosto 2020 alle 08:09

Airuno: scomparsa a 90 anni Annisa Gola, una vita dedicata al bene della comunità

La signora Annisa. È così che ad Airuno era conosciuta da tutti Annisa Gola, classe 1929, forse per le sue origini cittadine, scomparsa alla soglia dei 91 anni nel pomeriggio di venerdì 7 agosto. Dopo aver trascorso per lungo tempo le estati in paese, la famiglia Gola decide di spostarsi definitivamente nella piccola ma accogliente Airuno solo sul finire degli anni Cinquanta, ed è qui che Annisa mette radici, facendo del paesino la sua casa, assieme alle sorelle ed all’amato marito Renato, sposato pochi anni prima.

Annisa Gola

Oggi, a distanza di settant’anni, della signora Annisa, tutti ricordano l’entusiasmo, l’energia ed il suo essere sempre pronta ad impegnarsi per gli altri. Descritta come una donna straordinaria, ha trascorso la vita ad Airuno mettendosi a disposizione del prossimo. “Il suo sogno di fare l’infermiera si è infranto quando ha dovuto andare a lavorare come impiegata alla Camera di Commercio per aiutare la madre malata” ha spiegato con affetto la sorella Alma “ma ha trasformato questo desiderio in realtà in un altro modo”.
Eletta come componente del primo Consiglio Pastorale, è stata anche una delle fondatrici del Gruppo Missionario, con i suoi lavori a maglia e le sue mitiche marmellate. Da sempre presente nell’ambiente dell’oratorio, i bambini di allora la ricordano per essere stata la storica accompagnatrice delle giornate in piscina, e qualcuno di loro, pensando a lei, canticchia ancora ‘Viva la company’, il suo cavallo di battaglia.

Con la sorella Alma

La sua vocazione per il prossimo, però, non si è certo fermata qui: Annisa Gola è stata una delle cofondatrici della sezione airunese dell’AVIS, che l’anno scorso ha festeggiato il traguardo dei cinquant’anni, ricoprendo il ruolo di presidente, vice e segretaria. “Appena poteva andava a trovare gli ammalati in paese, dedicandosi a loro” ha spiegato Alma; quando poi ad Airuno è sorto l’Hospice Il Nespolo,  è diventata volontaria, portando avanti il suo impegno a sostegno dei degenti. Prima del grave incidente, avvenuto tredici anni fa, che l’ha costretta ad interrompere il suo operato, era anche una volontaria della sezione di Merate dell’AVO, l’Associazione Volontari Ospedalieri.
Questi ultimi anni, la signora Annisa li ha trascorsi nella sua casa, circondata dall’affetto e dall’amore dei tre figli, Renatino, che l’ha assistita fino alla fine dedicandosi a lei, Athos e Monica. Con loro anche la sorella Alma con Onelio, i nipoti e tutti gli airunesi che spesso passavano per un saluto.

Il ricordo condiviso sui social dalla sezione AVIS di Airuno

“Regalava a tutti un sorriso dolce” ha ricordato con affetto l’amica Adele Gatti, ex sindaco del paese, descrivendo tutti i suoi impegni nel corso degli anni. “Grande e forte dolce Annisa.  La sua è stata una presenza fondamentale della nostra storia, della storia del nostro paese. Il suo entusiasmo e la sua grande vitalità resteranno nel cuore di molti come un insegnamento. Ricordiamo la sua presenza dolce ed energica, esempio per diverse generazioni di giovani  e il suo sorriso per tutti…una grande donna. Sempre all’avanguardia” ha concluso,  con un pizzico di commozione.
Con la scomparsa di Annisa Gola se ne va dunque una colonna portante di Airuno, che lascia dietro di sé un vuoto che forse sarà possibile colmare ripensando a tutto il bene compiuto nel corso della vita, e che rimarrà ad esempio di molte generazioni.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco