Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.746.796
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/2020

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Sabato 01 agosto 2020 alle 17:05

Merate: il virus abbatte le entrate ma con le minori spese aiuti a commercio e famiglie

È regnata la concordia nell'ultimo Consiglio comunale di Merate prima della pausa estiva. Tutti i punti all'ordine del giorno sono stati votati all'unanimità.

"Come noto, l'anno di esercizio in corso è stato caratterizzato a causa della pandemia da Covid-19 da una forte contrazione delle entrate, sebbene sia stata accompagnata anche da un'attenta e coordinata riduzione della spesa" ha esordito l'assessore Alfredo Casaletto. Si sono riscontrate minori entrate per 784.500 mila euro. Il Comune ha previsto che, a causa della riduzione del reddito imponibile nel 2020, l'incasso della addizionale IRPEF avrà un calo di 387 mila euro rispetto alla media del triennio passato. Si ipotizza uno scostamento di IMU e TASI di meno 222.676 euro. 80 mila euro è la contrazione delle entrate dalla TARI. Dall'evasione Palazzo Tettamanti si aspetta di incassare meno 284 mila euro. In calo di 134 mila euro le sanzioni per violazione del codice della strada. Infine minori entrate per 22.500 euro dalla gestione dei parcheggi. In parte le minori entrate sono state compensate però dai 700 mila euro circa, derivanti dal Fondo per l'esercizio delle funzioni fondamentali degli Enti locali. La prima tranche di 234 mila euro, che corrisponde al 30%, è già stata trasferita. A breve dovrebbe essere incamerata la restante parte di 470 mila euro. L'Ente ha rinegoziato tre leasing con un risparmio di 370 mila euro per il 2020.

 

Dai risparmi di spesa il Comune andrà a sostenere diversi settori. 100 mila euro per i bandi sul commercio; 50 mila euro per le famiglie meratesi iscritte al nido comunale, che fino a dicembre non dovranno più pagare le rette e i pasti; 123 mila euro compenseranno la sospensione degli oneri concessori a carico del gestore della piscina, ma che dovranno essere versati nell'anno successivo al termine del contratto (2035). Solitamente ogni anno il concessionario è tenuto al pagamento di circa 240 mila euro.

Rispetto alle prime indicazioni, i centri estivi costeranno meno al Comune per 184 mila euro, a causa della scarsa adesione. Nel mese di agosto non sarà erogato il servizio per il basso numero di iscritti. Si tenterà di farlo riprendere dal 31 agosto all'11 di settembre, nelle ultime due settimane prima dell'inizio scolastico.

 

L'assessore Fiorenza Albani ha esposto il progetto sul turismo, a cui l'Ente contribuisce per 20 mila euro. "Stiamo attendendo dall'Università statale di Milano, dalla professoressa Chiesa del Dipartimento dei Beni culturali e ambientali, una progettualità atta a valorizzare il nostro territorio, i nostri spazi, soprattutto quelli esterni, dal lago ai monumenti. A questa progettualità farà parte anche la Soprintendenza. È quindi un progetto di un certo valore" ha commentato Albani. Da quanto asserito, all'interno dell'iniziativa è previsto anche uno studio archeologico del territorio. Si creeranno dei percorsi. "Nel giro di un anno avremo tutto il pacchetto del progetto, che sarà importante anche per noi come amministrazione per capire quali opere realizzare per valorizzare i nostri beni. È un progetto molto interessante perché coinvolge tutto il territorio lecchese, una parte viene strutturata su Merate" ha concluso l'assessore Albani.

Sul fronte del commercio il vice sindaco Giuseppe Procopio ha illustrato il percorso che si sta portando avanti con il Distretto del Commercio che coinvolge sei Comuni. 100 mila euro andranno direttamente alle imprese per interventi propri. Poi si aggiungono circa 80 mila euro (60 mila in conto capitale e 20 mila in parte corrente) che saranno posti alla base di un bando in fase di redazione per aiutare negozi e liberi professionisti che hanno sostenuto spese in particolare per la prevenzione della diffusione del Covid-19. "Credo che non ci siano mai state tante risorse destinate al commercio di vicinato. Penso sia un gesto tangibile di vicinanza a questo settore particolarmente colpito" ha dichiarato Procopio.

69 mila euro vengono destinati alla discarica. Serviranno in particolare per installare dei parapetti di accesso ai cassonetti per una maggiore sicurezza e per regolare il sistema di ingresso, riparando le sbarre guaste da tempo che dunque si apriranno tramite tessera magnetica.

 

Torna in auge il progetto sulla "Cittadella della salute". Il sindaco Massimo Panzeri ha annunciato che si affiderà uno studio di fattibilità al Politecnico di Milano per valutare la struttura che era di Ecosystem. "Mi sembra tanto doveroso quanto opportuno. Doveroso per giustificare l'investimento di 1 milione di euro che il Comune ha fatto su quell'area. Mi sembra opportuno ipotizzare perlomeno una progettualità. Venderla non rientra nelle nostre idee. Mi piacerebbe riprendere il progetto del polo della sanità".

Ha replicato Aldo Castelli: "Non ho mai detto di vendere l'area ex Ecosystem. Se l'ho detto, mi sono sbagliato. Forse ho detto di vendere la parte sopra dell'ospedale. Sono sempre favorevole alla progettualità, poi magari non sarò d'accordo sul contenuto del progetto". Con toni distensivi, il capogruppo di minoranza ha apprezzato la manovra di assestamento del bilancio. "In questa fase complicata e imprevedibile, ci sono alcuni elementi apprezzabili, di valore" ha commentato Castelli nella dichiarazione di voto.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco