Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.747.866
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/2020

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Giovedì 30 luglio 2020 alle 18:21

Bernareggio: l'ente Bonacina non gestirà l'infanzia Tornaghi

Altra svolta importante, stavolta decisiva, per la situazione delle famiglie interessate dall'inattesa chiusura della Scuola dell'Infanzia paritaria Tornaghi di Villanova a Bernareggio. A dare conto degli ultimi sviluppi della vicenda, che a metà giugno è piombata come un fulmine a ciel sereno sui genitori ma anche sul Comune di Bernareggio, è stato l'assessore all'Istruzione Paola Brambilla nell'ultimo consiglio comunale.
L'ente gestore Asilo Bonacina, che aveva inizialmente dato disponibilità a subentrare nella gestione della struttura di proprietà dell'Istituto Suore Missionarie d'Egitto, alla fine attraverso il suo CdA ha ufficializzato pochi giorni fa la scelta di non entrare nella gestione del plesso.

La scuola dell'infanzia paritaria Tornaghi di Villanova a Bernareggio

La decisione è figlia del fatto che delle 38 famiglie coinvolte nel rinnovo potenziale dell'iscrizione, solo 20 hanno poi effettivamente fatto richiesta. E per un numero così esiguo l'ente non ha ritenuto conveniente rilevare la conduzione della scuola, anche considerando un eventuale impegno economico da parte del Comune nel sostenerne il servizio. La soluzione alternativa quindi proposta dall'operatore, è stata quella di poter comunque accogliere l'iscrizione delle famiglie ancora senza una sistemazione, presso la scuola di Bernareggio di via Obizzone, che non presenta particolari problemi di spazi. Nel frattempo però non si ferma il lavoro dell'amministrazione comunale in vista dell'annualità scolastica 2021-22, per risolvere sul lungo periodo la criticità emersa, offrendo più posti per i bimbi in età prescolare. Il Comune ha per questo già avviato i contatti con l'Ufficio Scolastico Provinciale per istituire una sezione aggiuntiva all'Infanzia Statale Rodari dal settembre 2021. Intanto l'improvvisa Odissea, almeno per 20 famiglie, è finita.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco