• Sei il visitatore n° 485.194.823
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 20 luglio 2020 alle 16:23

Cornate: titolo di Cavaliere per Fabio Dominatore Frigerio

Nella splendida cornice della Basilica di San Lorenzo alle Colonne di Milano, nel tardo pomeriggio di sabato 18 luglio, si è tenuta la cerimonia d’investitura per nuove Dame e Cavalieri del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il più antico della cristianità.
A ricevere la prestigiosa onorificenza, anche un cittadino di Cornate d’Adda: Fabio Dominatore Frigerio, classe 1975 e residente nella frazione di Colnago, è stato infatti insignito del titolo di Cavaliere di Merito dell’Ordine, nel corso della cerimonia religiosa presieduta da Mons. Arnaldo Morandi e dal Delegato alle Investiture Nob. Dott. Giuseppe Rizzani, Delegato Vicario della Lombardia. È per mezzo di una lettera, recapitatagli pochi giorni dopo la fine del lockdown, che l’oggi Cavaliere Frigerio è venuto a conoscenza della imminente investitura; la cerimonia avrebbe dovuto tenersi a Brescia e nel mese di maggio ma a causa dell’emergenza sanitaria è stata posticipata alla data di sabato.



A destra Fabio Dominatore Frigerio prima dell'investitura

Per la prima volta in secoli di storia infatti il rito ha subito delle modifiche importanti, dagli accessi contingentati alla Basilica, alla più evidente revisione del cerimoniale: i nuovi Cavalieri hanno dovuto infatti indossare in autonomia i mantelli -di solito vestiti e legati al collo dal cerimoniere- e non vi è stato alcun bacio dell’anello. Nel dettaglio i Candidati si sono disposti, indossando una mascherina personalizzata con lo stemma dell’Ordine -osservando tutte le accortezze di distanziamento sociale previste- sulle panche di fronte all’altare e, dopo la lettura del Vangelo e una breve omelia, è stata loro impartita la benedizione del mantello blu da Mons. Arnaldo per incarico del Gran Priore. Infine, uno ad uno, accompagnati dai cerimonieri, chiamati dal grado più alto al grado più basso, i Candidati si sono avvicinati all’altare con mantello già indossato, osservando un inchino, per poi avvicinarsi al Delegato Nob. Dott. Giuseppe Rizzani da cui hanno ricevuto il diploma a nome del Gran Maestro. In totale, oltre al cornatese, hanno ricevuto l'investitura 32 Cavalieri e Dame, 2 Cavalieri ecclesiastici, 8 promovendi, 9 decorati; sono stati anche conferiti 3 Cavalierati del Reale Ordine di Francesco I e 2 promozioni.



Il Cavaliere Giovanni Diodato, il Delegato Vicario della Lombardia Nob. Dott. Giuseppe Rizzani,
il Cavaliere Fabio Dominatore Frigerio


Questa investitura ha una valenza particolare per il Cavaliere Frigerio in quanto il Santo Patrono di Cornate d’Adda è proprio San Giorgio Martire.
Alla cerimonia di sabato erano presenti anche diverse personalità di rilievo, tra cui l’Onorevole Gabriele Albertini, già Sindaco di Milano, già appartenente all’Ordine in qualità di Grande Ufficiale di Merito e Rappresentante per la Città Metropolitana di Milano che è stato insignito del Reale Ordine di Francesco I, nonchè alcuni delegati dell’Ordine di Malta e degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia.


Raccontiamo ora una breve storia dell’Ordine e il suo operato nel campo benefico.
Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio risale alla “Cavalleria aurata costantiniana”, che l’Imperatore Costantino fondò dopo la vittoria su Massenzio a Roma presso Ponte Milvio che lo rese signore indiscusso dell’impero Romano, vittoria ottenuta -secondo tradizione- grazie al favore divino manifestato dalla visione della Santa Croce in Cielo recante il motto “in hoc signo vinces”. Costantino, come ringraziamento per la vittoria, fondò il primo Ordine Cavalleresco della storia investendo egli stesso i primi cinquanta cavalieri, tra cui i suoi figli futuri imperatori. L’Imperatore Costantino è ricordato dalla storia per l’Editto di Milano del 313 d.C. che concesse la libertà di culto ai cristiani di tutto l’impero. Proprio a Milano la chiesa di San Giorgio al Palazzo venne edificata sulle vestigia del palazzo imperiale da dove Costantino emanò l’Editto, ad oggi un luogo che riveste un grandissimo valore storico per l’Ordine.
Nella Basilica di San Lorenzo alle Colonne, luogo scelto per la cerimonia delle investiture di sabato sera, si trovano invece conservati i resti della cappella imperiale. L’Ordine Costantiniano, il cui fine è la difesa e la esaltazione della Croce di Cristo, ha attraversato i secoli interpretando di volta in volta il proprio ruolo sotto la guida dei Gran Maestri, regnanti cattolici di varie dinastie: attualmente Gran Maestro è il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro. Oggi l’Ordine interpreta la difesa della Croce come sincera ed umile adesione ai dettami evangelici ed ecclesiali, attraverso la testimonianza personale di tutti i suoi membri, sostenuta ed accompagnata dai vescovi priori e dai sacerdoti cappellani, nonché una concreta attività caritativa che si sviluppa in moltissimi grandi e piccoli progetti, promossi a livello internazionale, nazionale e locale. Ha delegazioni in tutte le regioni italiane, nella maggior parte delle nazioni europee e americane e nel sud est asiatico; ha anche conseguito lo status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite, per l’apprezzamento delle numerose attività umanitarie intraprese in tutto il mondo a favore dei meno fortunati. Anche nella recente emergenza sanitaria l’Ordine ha intrapreso diverse iniziative caritative, dalla raccolta fondi promossa dal Gran Maestro Principe Carlo di Borbone a sostegno delle realtà ospedaliere di tutta Italia per un totale di 230mila euro ed è stata elargita una donazione anche a favore della struttura ospedaliera Domus Salutis di Brescia.
B.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco