Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.139.728
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/09/2020

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Mercoledì 08 luglio 2020 alle 13:24

Il comprensivo di Airuno e Brivio confluisce in un'unica istituzione con Calco e Olgiate

Il consigliere delegato Felice Rocca
Per il prossimo anno scolastico 2021/22 ci sarà una nuova autonomia scolastica. Si tratta dell'Istituto Comprensivo che accorperà gli studenti di Calco, Olgiate, Brivio e Airuno. Una decisione che era nell'aria da tempo e che deriva da un dato di fatto, il calo demografico, che negli ultimi anni ha portato ad avere iscrizioni sempre più ridotti.
In particolare il crollo riguarda il comprensivo cui afferiscono Brivio e Airuno, con un trend annuo del 10% in meno (si è passato da 621 iscritti a 561 di settembre). L'idea è stata dunque quella di accorpare i due istituti comprensivi per avere un'unica realtà più grande, con una massa critica di peso ai tavoli dove si chiedono fondi, si intavolano trattative, si progettano economie di scala.
Se il comune diAiruno ha deliberato favorevolmente ad aprile, Brivio lo ha fatto a fine giugno inserendo la richiesta fi garanzia che la transazione avverrà in maniera moderata, senza scossoni o cambi radicali. Un sì all'accorpamento è arrivato anche dal consiglio di istituto di Calco e Olgiate, mentre Brivio e Airuno non si sono espressi. Questa mattina in provincia al tavolo del dimensionamento scolastico si è parlato appunto di questa nuova realtà che conterà 1400 studenti. Nel concreto per studenti e famiglie cambierà poco o nulla. Soddisfazione è stata espressa dal consigliere delegato all'istruzione Felice Rocca. "È stato un percorso condiviso giunto alla conclusione che ci aspettavamo. Certo non fa mai piacere se una autonomia scolastica sparisce ma i numeri erano ormai impietosi. Ora il nuovo comprensivo avrà maggiore solidità e competitività anche sul piano dell'ottenimento dei fondi per l'offerta formativa ". Il 16 luglio è stato convocato un tavolo per avviare le fasi di transizione verso la nuova realtà.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco