Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.135.800
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/09/2020

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Martedì 07 luglio 2020 alle 19:13

Brivio: gli studenti delle medie si mettono in scena e si trasformano in un tableau vivant

Nel periodo di didattica a distanza, si è cercato di rendere le difficoltà nella "nuova normalità scolastica" in un modo diverso di fare scuola, coinvolgendo ancor di più gli studenti e "sfruttando" al meglio la loro creatività.



https://youtu.be/X0HkAEsLPJI

"Mettiti in scena in un dipinto famoso" è stata l'idea sviluppata in piena chiusura da Coronavirus, con l'arte a fare da complice: chiedere ai ragazzi delle classi terza A, B ed E della scuola secondaria di Brivio, di trasformarsi in un'opera d'arte, in un quadro famoso, in un "tableau vivant".

La fantasia, la cura e le capacità di arrangiarsi degli alunni ha prodotto risultati straordinari per inventiva, sorprendendo anche la docente di Arte e Immagine Emanuela Casati. L'attività-didattica si è ispirata alla sfida che "Il Getty Museum" di Los Angeles aveva lanciato online durante il lockdown, così più di cinquanta studenti si sono cimentati nel ricreare in casa un'opera d'arte. Ogni studente, dopo aver analizzato un'opera ne è diventato il protagonista, facendosi aiutare anche dalle famiglie, per capirne le luci, i colori, le pose e le abitudini, calandole poi nel loro quotidiano. Il risultato è stato veramente sorprendente, tutti si sono prodigati nella realizzazione, la maggior parte dei ragazzi si sono messi in prima linea, qualcuno ha anche approfittato del genitore o dei fratelli.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco