Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 347.691.324
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 06 luglio 2020 alle 09:44

Pochi controlli nel bergamasco

In queste due ultime settimane sono andata in tre diversi ristoranti/pizzerie sulla bergamasca (notoriamente meno cari di quelli del meratese).
Sono rimasta scioccata dai controlli che sono praticamente inesistenti (se tralasciamo il “lavamani” negli ingressi).
Nessuno che mi chiede se facciamo parte della stessa famiglia (se viviamo sotto lo stesso tetto),
i clienti seduti nello stesso tavolo senza nessun distanziamento/protezione.
Distanza tra i tavoli come al solito (stessi posti, e stesse posizioni dei tavoli).
Purtroppo ieri sera non me la sono sentita di sedermi, così io e la mia famiglia siamo tornati a casa.
Troppa gente e, ripeto, nessun controllo.
Come al solito ci si affida al buon senso dei cittadini.
Il buon senso è molto soggettivo, lo abbiamo imparato a nostre spese, e la cosa assurda è che “certi titolari” di ristoranti/pizzerie, pur di recuperare il fatturato perso nei mesi precedenti, senza nessuno scrupolo, NON applicano le regole che in Lombardia SONO ANCORA OBBLIGATORIE.
Se i Comuni o altri enti preposti volessero fare cassa, prego, andate nei ristoranti il sabato sera e troverete pane per i vostri denti!
Giovanna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco