Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 343.563.819
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/07/2020

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Lunedì 29 giugno 2020 alle 11:08

Lomagna: Manganini, 'via Giotto è la sola opera cantierabile a breve'. Tiezzi contrario

Venerdì 26 giugno si è svolta la prima Commissione Bilancio di Lomagna. L'organo è stato istituito lo scorso ottobre su proposta della minoranza. L'incontro si è tenuto in sala consiliare per i soli componenti della Commissione. La trasmissione online in diretta ha incespicato in un paio di occasioni e le slide mostrate in sala dall'assessore Pierangelo Manganini non si riuscivano a vedere.

In avvio la presidente Mariangela Mandelli ha letto integralmente il Regolamento che stabilisce le modalità di funzionamento della Commissione. In seguito qualche scaramuccia sulla funzione che deve assumere l'organo recentemente istituito. "Volevo capire se andiamo verso un parere" ha detto in maniera interlocutoria l'assessore Manganini. Irio Tiezzi, vice presidente della Commissione, ha sostenuto che in futuro sarebbe meglio riunirsi molto prima e non a pochi giorni dalla presentazione pubblica del bilancio. "Sappiamo tutti che questo è un bilancio già fatto e che non riusciremo a cambiare una virgola. Non mi sembra il caso di votare, bensì di proporsi in un futuro di prepararci prima e arrivare abbastanza d'accordo su cosa portare avanti per il bene dei cittadini". A gelarlo è stata la presidente Mandelli, che inizialmente ha dato un'interpretazione restrittiva dei compiti della Commissione: "Il Regolamento parla testualmente di pareri. Perciò di solito i pareri si esprimono su cose già fatte. Per carità, ci si può confrontare, però il Regolamento è chiaro e lo avete approvato anche voi". Contrariato, Tiezzi ha polemizzato, minacciando di abbandonare l'assemblea: "A questo punto ognuno resti a casa sua, perdiamo solo tempo. Capisco allora perché Pierangelo [l'assessore Manganini, ndr] non voleva questa Commissione. Mi auguravo che si potesse discutere tranquillamente il bilancio senza vedercelo calato dall'alto in Consiglio comunale. Fate quello che volete, ne prendo atto. Non mi aspettavo questa chiusura".


Ha respinto questo punto di vista il capogruppo di maggioranza Lino Lalli: "Non è che facciamo quello che vogliamo. Se siamo qui è perché abbiamo accettato questa Commissione Bilancio. Poi c'è un Regolamento che prescrive come deve essere fatta la Commissione e si esprimono dei pareri". E sulla maggiore collaborazione auspicata dalla minoranza, Lalli ha sostenuto: "Non parliamo di collaborazione perché quella c'è sempre. Forse c'è una disquisizione sul significato della Commissione Bilancio. Il Regolamento prevede che esprimiamo dei pareri. Non possiamo creare altri sistemi che vanno al di fuori del Regolamento - ha insistito il consigliere di maggioranza - Al massimo lo rivediamo insieme". Per Tiezzi la discussione non dovrebbe essere fine a se stessa, ma improntata a valorizzare lo scambio di idee nella costruzione del bilancio. Sdegnato ha commentato: "Pensavo che in Commissione Bilancio si trattasse di numeri, invece sembra una Commissione di Italiano burocratico". L'assessore Manganini ha ribattuto: "È corretto che l'amministrazione si presenti con una sua proposta di bilancio, altrimenti non saremmo amministratori. Il ruolo della maggioranza e della minoranza è di confrontarsi su questo progetto di bilancio, esiste poi l'istituto degli emendamenti". Ha poi respinto il pensiero che gli aveva attribuito poco prima Tiezzi: "Non sono mai stato contro le Commissioni o le Consulte. Ho sempre cercato il confronto. Ho pensato ci fossero degli altri modi per parlare di bilancio, coinvolgendo magari in modo plenario le Consulte, come prevede il Regolamento. Però a quanto pare questa strada non è piaciuta, può accadere". Poi la sostanziale apertura dell'assessore: "Nessuno esclude che la Commissione possa elaborare una sua proposta, prima ancora che l'amministrazione proceda con una sua proposta di progetto. Questo è legittimo e fondamentale, fa parte della dialettica". Ha comunque suggerito di esprimere un parere formale, anche perché il revisore dei conti lo dovrebbe allegare alla propria valutazione.

Il consigliere di minoranza Irio Tiezzi ha dunque formalizzato un parere negativo, con particolare riguardo agli investimenti. Una delle critiche maggiori riguarda la scelta di usare 350 mila euro regionali per una manutenzione straordinaria di via Giotto. "Stiamo facendo un favore a un privato, sembra, perché l'asfaltatura di via Giotto rientrava a carico della società Sernovella attraverso il Piano Attuativo. Come mai non abbiamo trovato un altro progetto per utilizzare questi fondi? Avrei preferito veder investiti questi 350 mila euro in maniera migliore" ha commentato il consigliere di minoranza. L'assessore Manganini ha replicato: "Su via Giotto è molto soggettivo, uno può preferire un'opera rispetto ad un'altra. Era l'unica operazione cantierabile in questo momento da un punto di vista progettuale". Il capogruppo di maggioranza Lino Lalli ha invitato a posticipare la discussione sul tema al prossimo Consiglio comunale. Incredulo Tiezzi si è domandato come sia possibile che un'amministrazione non abbia pronto più di un progetto. Si è poi meravigliato per l'assenza di progettualità sul parcheggio fuori dal Municipio, vicino alle scuole elementari, chiuso dal novembre 2019. "Per il resto avete cercato di far quadrare i conti" ha riconosciuto Irio Tiezzi.

L'illustrazione di Manganini del bilancio di previsione è stata molto precisa e dettagliata. Tra le proposte dell'amministrazione che spiccano per i prossimi anni emerge la riqualificazione della palestra comunale per complessivi 158 mila euro nel triennio, mentre sul centro sportivo di via Volta e sui parchi gioco verrebbero investiti fino al 2022 686 mila euro (di cui 565 mila sul progetto del campo sportivo di via Volta). Nell'anno in corso verranno risolti i problemi di infiltrazione d'acqua dal tetto della mensa scolastica, con 50 mila euro. La gestione della piattaforma ecologica potrebbe passare in mano direttamente a Silea. Prima però il Comune dovrebbe effettuare interventi di adeguamento alla normativa per 50 mila euro. Parte dei lavori potrebbero però rientrare nel contratto con Silea.

Sul fronte del personale si nota un aumento di 30 mila euro. Lomagna punta ad assumere a tempo determinato un nuovo agente di Polizia locale. Nel diventare comandante, Maurizio Colombo è passato alle dipendenze di Osnago. Lomagna si trova dunque a riempire la casella mancante. L'indennità del sindaco subisce una riduzione del 50% in quanto la quota del nuovo sindaco è dimezzata rispetto al precedente.

Sui diritti sociali si ha un aumento da 938 mila euro a 1 milione 16 mila euro, a fronte principalmente della situazione Covid-19. Sull'istruzione c'è una diminuzione di 52 mila euro. Il bilancio di previsione non contempla il ripianamento del debito di Retesalute.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco