Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 343.564.440
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/07/2020

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Venerdì 26 giugno 2020 alle 19:22

Paderno: don Marco Albertoni trasferito ad un altro incarico

Dopo 6 anni don Marco Albertoni lascia la comunità pastorale dell'Addolorata (che comprende le parrocchie di Paderno, Robbiate e Verderio). Una notizia che si attendeva data la lunga permanenza nel meratese e che ha suscitato grande dispiacere soprattutto tra i bambini e i ragazzi che questo pomeriggio hanno avuto dal diretto interessato la "confidenza" che domani sarà ufficializzata in parrocchia da don Antonio.

Al centro don Marco con il custode della Rocchetta Fiorenzo Mandelli


In gita al santuario della Rocchetta, infatti, con l'oratorio ha fatto loro sapere, con delicatezza, che il vescovo lo ha destinato ad altro incarico e quindi da settembre non sarà più lui ad accompagnarli nelle varie attività. Resterà fino al mese di agosto poi per un certo periodo andrà a Firenze e dopo sarà destinato ad un altro incarico pastorale, al momento non ancora reso noto. Alla Madonna della Rocchetta don Marco ha affidato il suo destino da sacerdote e le comunità che in questi anni tanto ha amato e curato con passione e ai suoi ragazzi ha chiesto di avere sempre un pensiero e una preghiera per lui. Classe 1981, laureato in ingegneria civile, nativo di Lecco, don Marco aveva prestato servizio come diacono presso la parrocchia dei Ss. Giorgio Caterina ed Egidio di Acquate (Comunità pastorale Beata Vergine di Lourdes) e poi era giunto a Paderno.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco