Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 437.775.638
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 21 giugno 2020 alle 11:35

Cornate: rinvenuto il cadavere del papà tuffatosi nell'Adda a Porto per salvare la figlia che stava per annegare nel fiume

E' stato individuato e ripescato all'incirca verso le 10 in località Villa Paradiso di Cornate, il cadavere del papà che ieri si era tuffato a Porto d'Adda per salvare la sua bambina che stava per essere inghiottita dal fiume mentre stava facendo il bagno a riva, nei pressi delle spiaggetta che si trova a qualche decina di metri dalla centrale Esterle.

Le ricerche sono riprese all'alba di oggi, dopo essere state sospese per via del sopraggiungere del buio. La speranza di ritrovare vivo Angelo Belluscio (questo il nome dell'ennesima vittima dell'Adda) erano praticamente inesistenti in quanto era stato visto dai bagnanti mentre la corrente lo trascinava lontano e poi a fondo, non riaffiorando più.

Angelo Belluscio

I sommozzatori dei vigili del fuoco questa mattina hanno ripreso le ricerche scandagliando il corso del fiume verso sud, individuando e recuperando il corpo nei pressi di un'ansa che forma una piccola spiaggetta, a Cornate.

Articoli correlati

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco