Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.468.149
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 09 giugno 2020 alle 18:04

Montevecchia: 5 luoghi per le nozze civili. L'ordinanza stabilisce le capienze massime

Il sindaco di Montevecchia, Franco Carminati, ha firmato in questi giorni un'ordinanza riguardante le disposizioni applicative sul territorio comunale per le celebrazioni dei matrimoni. In particolare viste una serie di disposizioni come la dichiarazione dell'OMS che ha valutato l'emergenza Covid della portata di una pandemia ed, ancora, il decreto legge che elenca ulteriori misure urgenti per fronteggiare il propagarsi del virus, vengono indicate le capienze massime dei luoghi in cui sono consentite le celebrazioni.

A sinistra il municipio di Montevecchia, a destra villa Agnesi
Essendo Montevecchia una località particolarmente gettonata per i matrimoni, sono cinque i luoghi attrezzati per i riti civili.

La prima ubicazione indicata nell'ordinanza è la sala consiliare del palazzo municipale, che potrà ospitare al suo interno un massimo di 9 persone. Per quanto riguarda invece il ristorante Il Colombée, nelle sale potranno restare al massimo 10 invitati, mentre all'esterno il numero aumenterà a 90. La Tenuta Valcurone, altra meta gettonata, ospiterà 130 persone, sia all'interno che all'esterno. Al Passone, invece, 25 sono gli invitati che potranno partecipare all'interno, e 40 nella parte esterna. Infine, Villa Agnesi avrà una capienza massima di 50 persone nelle sale e di 150 nel giardino.

Il sindaco Carminati ha ribadito nel testo che è fondamentale evitare assembramenti, indossare mascherina e guanti ed igienizzare le mani.

Non è ovviamente consentito l'accesso al luogo della celebrazione nel caso in cui si presentino sintomi influenzali o respiratori, o in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai 37,5°.

L'ordinanza sarà in vigore a partire dal 5 giugno fino al 31 luglio.

CLICCA QUI per leggere il testo completo.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco