Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.192.033
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 08 giugno 2020 alle 09:57

Merate: il centro città sembra il Bronx ma nessuno interviene a porre rimedio al caos

Sono più di due anni che vivo a Merate, questa è la terza estate. E ogni anno in questo periodo si presenta il problema di urla, grida e musica dal tetto del parcheggio Cornaggia o dall'area sotto i portici retrostante la Coop, durante le ore serali post cena e notturne (ben oltre la mezzanotte, per fare un esempio alla vigilia del 2 giugno altre l'una di notte). Il centro di Merate sembra il Bronx.
Gruppi di ragazzi che gridano e urlano oscenità: ieri sera almeno 20 nell'area indicata. Il tenore è raccapricciante e fa provare pena per il così basso livello di civiltà di certa gente.
Ho scritto più volte in questi anni a polizia locale e segreteria del sindaco (visto che questi indirizzi sono disponibili sul sito del comune di Merate, proprio per essere usati per contattare gli enti preposti) senza però la minima risposta. Incredibile e sconcertante che non venga dato alcun riscontro ad un cittadino e contribuente che chiede aiuto.

VIDEO


https://youtu.be/-ehqgKMb3Dc

Ho anche più volte chiamato i carabinieri, ma hanno sempre risposto che avevano l'auto impegnata in altri controlli e che se si fosse liberata avrebbero provato a fare un passaggio ma che comunque potevano fare poco.
È diventato impossibile vivere in centro, un degrado totale.
Perché le autorità non fanno nulla per garantire la giusta tranquillità ai residenti? Perché se sono vietati gli assembramenti o situazioni simili a "rave party", non si interviene e si cominciano a multare i comportamenti non corretti? Siamo sicuri che le regole su assembramenti, mascherine e vendita di alcolici ai minori siano rispettate?
Perché non si riservano ai ragazzi luoghi di incontro più consoni?
Perché è stato vietato per settimane di recarsi al parco per magari leggersi un libro in santa pace, e invece si permettono questi raduni selvaggi
Mi rendo conto che sia giusto preservare la libertà di incontro e svago, ma a patto che non leda l'altrui libertà alla tranquillità."
Vi allego alcuni video (senza volti) raccolti in due date dietro suggerimento dei carabinieri che invitavano a rivolgersi alle autorità municipali (che non rispondono però...)
Grazie mille per il sostegno
Una residente
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco