Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.354.861
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/09/2020

Merate: 13 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Venerdì 05 giugno 2020 alle 07:59

Merate: una studentessa dell'Itc Viganò insulta in un video la prof e rimedia un provvedimento disciplinare e una denuncia

Era stata ripresa dalla sua insegnante perchè il compito "consegnato" virtualmente era palesemente copiato. E così per rivalersi del rimprovero ha pubblicato in una delle storie di instagram (della durata di 24 ore) un video dove, passeggiando per strada, insultava pesantemente la prof apostrofandola con i peggiori epiteti per una donna.

È accaduto una decina di giorni fa e ha avuto come protagonista una studentessa di classe prima dell'istituto Viganò di Merate e come vittima una insegnante.

Il video che la ragazza ha pubblicato sul suo profilo è stato visualizzato dagli amici e da qualcuno che ha ritenuto di girarlo a un docente che a sua volta lo ha fatto pervenire alla dirigente scolastica dottoressa Manuela Campeggi che ha fatto scattare il provvedimento.

"Sono stata avvertita di questo video che ho visto e sono intervenuta immediatamente" ha spiegato "ho convocato un consiglio di classe straordinario come prevede la procedura. In quella sede si decidono le sanzioni da comminare, che possono essere anche molto pesanti fino alla bocciatura. Ne abbiamo parlato e ci siamo detti che il nostro ruolo è educare e che gli adulti siamo noi. Dopo una attenta riflessione abbiamo deciso di rinviare la sanzione a settembre con un provvedimento disciplinare, inserendo la ragazza in un percorso di conoscenza della problematica del cyberbullismo con un nostro esperto a scuola".

Se la scuola ha deciso di usa clemenza, non è detto che il tracciato che seguirà la segnalazione che l'insegnante ha portato in Questura avrà lo stesso peso.

La docente insultata, infatti, ha sporto regolare denuncia per tutelare la sua persona e la sua rispettabilità. "Trattandosi di minori e di situazioni particolari ci sarà l'ammonimento da parte del Questore. Non è la prima volta che succedono fatti simili e probabilmente chissà quanti episodi ci sono stati e di cui non siamo mai venuti a conoscenza ma è chiaro che si deve intervenire immediatamente e far capire la gravità dell'accaduto".

Sono rimasti senza parole e amareggiati i genitori che, convocati dalla preside, non hanno potuto fare altro che rivolgere le loro scuse all'insegnante, dichiarandosi all'oscuro di tutto. La studentessa si è detta infine pentita di quanto successo, rendendosi conto della gravità dei fatti compiuti.

S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco