Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 345.176.199
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/07/2020

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Mercoledì 03 giugno 2020 alle 15:21

Facciamo chiarezza sulle mascherine

Egregio signor Danilo,
comprendo la difficoltà ad occuparsi di un argomento di cui non si è esperti ed a voler sopratutto dire a tutti i costi comunque qualcosa, ma la demonizzazione delle mascherine, così come posta, è totalmente fuorviante.
Cerchiamo di fare un po’ di ordine descrivendo le cose che sono certe, separandole da quelle che sono solo bizzarre opinioni.
I virus sono effettivamente di minime dimensioni come le polveri sottili, ma essi non viaggiano liberi nell’aria separati uno dall’altro come le foglie che cadono dagli alberi in autunno, ma sono presenti come aggregati a bordo di un veicolo costituito dalle goccioline di saliva ( droplets) o dall’aerosol che si forma con starnuti o colpi di tosse.
Per questo motivo qualsiasi materiale in grado di fermare questi veicoli, che hanno dimensioni decisamente maggiori, costituisce comunque una protezione seppur non totale.
Infatti agli operatori sanitari che assistono pazienti Covid, vengono fatte indossare maschere con filtro che sono dotate di maggiore sicurezza, ma è una condizione che riguarda una specifica situazione,non paragonabile alla condizione abituale della popolazione.
Sul fatto poi che indossando la mascherina di tipo chirurgica si creino danni all’organismo lo lasci giudicare a chi come il sottoscritto la indossa da oltre 35 anni nella attività chirurgica, anche per molte ore al giorno. Non mi risulta che chirurghi, strumentisti od anestesisti di sala siano vittime di particolari danni legati all’uso della mascherina che ormai è patrimonio della chirurgia dalla fine dell’800; quando si scoprì l’enorme vantaggio derivante dal lavaggio delle mani e dalla protezione con guanti, camici e mascherine.
La prospettiva che nelle scuole ed in altre attività si debba far uso delle mascherine può essere discutibile, ma l’unica alternativa sarebbe quella di un tracciamento della intera popolazione - con isolamento dei positivi- che al momento è impensabile su larga scala.
In ogni caso l’uso della mascherina deve essere sempre accompagnato al distanziamento per avere la maggiore efficacia possibile.
I virus ed i batteri esistono sulla Terra da 4 miliardi di anni, cioè da quando noi non eravamo ancora nei programmi della Natura, il fatto di essere in grado di digitare su una tastiera e di iperconnetterci non deve farci pensare come esseri invincibili e padroni del mondo.
Un operatore sanitario
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco