Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 343.627.514
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/07/2020

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Giovedì 28 maggio 2020 alle 16:48

S.Maria: il sindaco chiarisce gli interventi fatti sul Molgora

Dopo la segnalazione giunta nella mattinata di mercoledì da parte del consigliere di minoranza di Olgiate Pierantonio Galbusera sugli sversamenti nel torrente Molgora, il sindaco di Santa Maria Hoè Efrem Brambilla ha prontamente risposto. "Ciò che ha segnala il residente è corretto: è già capitato più volte che si verificassero degli sversamenti da parte di privati, per cui il liquido 'incriminato' è finito nelle acque chiare. Mi ero attivato tempo fa per risalire ai responsabili e procedere con delle sanzioni. Per quanto riguarda lo scarico di via Risorgimento, ho provveduto a contattare Lario Reti Holding, che ha portato avanti tutte le indagini del caso. Queste operazioni non sono però una novità per la nostra amministrazione che aveva già fatto delle video ispezioni nel 2012 e nel 2013 sempre su via Risorgimento e su via Italia. Siamo riusciti a risalire ad alcune vasche sotterranee contenenti dei liquami che sono state prontamente svuotate e coperte". Allo stesso tempo, Lario Reti è intervenuta procedendo con un'ispezione casa per casa: "Tutte le abitazioni sono state controllate" ha puntualizzato il sindaco, spiegando poi che, qualche mese fa, in una di esse è stato scoperto uno scarico non regolare, prontamente disattivato. Ad oggi mancano solo due case per terminare l'indagine di Lario Reti che ha, infine, sistemato quelle parti di fognatura che risultavano ammalorate.

In questi mesi, dunque, nonostante l'emergenza sanitaria, l'operato è andato avanti in questa direzione. Un secondo aspetto riguarda invece la schiuma sospetta rinvenuta nel Molgora tra Olgiate e Santa Maria, per cui è stata fatta una segnalazione ad Arpa.
"Il torrente è stato perlustrato a fondo e proprio in questi giorni, Polizia Locale ed Ufficio Tecnico hanno scoperto quello che sembrerebbe essere uno scarico anomalo, e dunque la schiuma non proviene da via Risorgimento". Dalle prime indagini la schiuma sarebbe generata da una attività produttiva, e gli enti preposti si stanno muovendo per procedere con gli accertamenti del caso. "Sono intervenuto più volte di persona" ha concluso il sindaco, spiegando di aver già speso molto tempo per controllare e chiudere, dove necessario, degli scarichi di privati, come avvenuto poco tempo fa in via Eden. La situazione è dunque migliorata evidentemente, poichè il sindaco ha spiegato di applicare "tolleranza zero"nei confronti di questi movimenti illeciti.



Articoli Correlati:
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco