Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 343.630.724
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 02/07/2020

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Mercoledì 27 maggio 2020 alle 14:01

Sversamenti nel Molgora. Galbusera: serve un'indagine

Egregio Direttore,
mi riallaccio all'articolo apparso pochi giorni fa sul vs. giornale on-line per confermare che oltre alla precedente segnalazione di Marzo citata nell'articolo, anche in Febbraio il sottoscritto aveva inviato al sindaco di S. Maria Hoe', identica segnalazione, corredata di fotografie.
L'inquinamento proveniva dal fosso/torrente che costeggia via Risorgimento per poi confluire piu' a valle nel Molgora nei pressi dello stabilimento Giovenzana.
Mi domando come mai non si sia arrivati a trovare con un'indagine accurata, i responsabili di questi inquinamenti che si verificano ormai con cadenza mensile.

Pierantonio Galbusera

Richiesta di Galbusera del 15 febbraio 2020:


Buongiorno Sig. Sindaco,
ieri verso mezzogiorno, ore 11.50, stavo passeggiando con mia moglie sulla strada Via Risorgimento) che porta a Campsirago venendo da Mondonico.
Stavo guardando il fosso nel valletto all'inizio della strada in salita, quando la mia attenzione e' stata attirata da una grossa schiuma che si stava formando all'uscita della tubazione di acque chiare che sfocia nel fosso.
Subito dalla schiuma e' emerso un fluido rossastro che ha cominciato ad inquinare le acque del fosso che prima erano limpide.
Trattasi senza alcun dubbio di uno scarico abusivo che secondo me proviene da attività' artigianali nel bacino a monte.
Poiché' sono un chimico ed ho bazzicato per molti anni nel settore galvanico, questo scarico, pur di non eccezionale grandezza, mi sembra provenga da bagni di sgrassaggio. Le foto che allego sono molto chiare.
Chiedo a Lei cortesemente di far pervenire questa mia mail e foto all'Arpa, affinché' possa tenere monitorato lo scarico ed eventualmente andare alla ricerca delle attività' artigianali da cui potrebbero derivare questi scarichi abusivi. Se si tratta di attività' artigianali e' possibile che questo fatto si ripeta periodicamente  specialmente nei fine settimana lavorativa, quando un bagno galvanico deve essere rinnovato.
Sperando in una sua fattiva  segnalazione alle autorità' competenti, porgo distinti saluti.

Pierantonio Galbusera
Residente a Calco







Risposta del sindaco di Santa Maria Hoè del 25 febbraio 2020:

La ringrazio per le sue preziose segnalazioni. La informo che in questi giorni stiamo provvedendo a fare le verifiche su tutta l’asta torrentizia nel sottosuolo.

Colgo occasione per porgerle cordiali saluti
Efrem Brambilla
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco