Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 343.916.663
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 05/07/2020

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 13 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Venerdì 22 maggio 2020 alle 15:15

Parco Curone: riaprono i sentieri a cavallo piedi e bici, chiusi Cna Butto e Cà Soldato

Allentamento delle misure restrittive anche per il Parco di Montevecchia e Valle del Curone, dove è tornato possibile percorrere i sentieri a piedi, a cavallo o in bicicletta. Come comunicato dal presidente Marco Molgora, il centro visita di Cascina Butto, Casa del Soldato con i relativi parcheggi rimarranno al momento chiusi.
Di seguito il comunicato completo:
ESCURSIONI NEL TERRITORIO DEL PARCO A PIEDI, A CAVALLO O IN BICICLETTA RISPETTANDO LE REGOLE

In seguito alle ultime disposizioni normative anche nel territorio del Parco di Montevecchia e Valle del Curone è possibile percorrere i sentieri, alla scoperta dei valori ambientali e del paesaggio.

Si ricorda che rimangono in vigore i limiti all’accesso degli autoveicoli nei comuni di Montevecchia (sabato pomeriggio e domenica) e di La Valletta Brianza, in Valle del Curone (domenica).

Il centro visita di Cascina Butto, Casa del Soldato e il relativo parcheggio rimangono chiusi al pubblico; per il rispetto delle disposizioni di distanziamento per la prevenzione del contagio da COVID-19 per gli spazi di Casa del Soldato sarà possibile il solo transito, ma non sarà possibile sostare e utilizzare le strutture.

Sarà garantito il servizio di vigilanza delle Gev e contemporaneamente si richiede la massima collaborazione ai fruitori, con il rispetto delle cautele conseguenti all’emergenza sanitaria, quindi con l’uso di mascherine ed il rispetto delle distanze.

I sentieri sono spesso stretti, e le modalità della visita naturalistica, a passo lento, in un territorio che ben si presta alla fruizione da parte delle famiglie, possono creare condizioni di criticità nell’incontro con chi si muove a cavallo o in bicicletta per la pratica sportiva, con situazioni di pericolo, disagio o eccessivo avvicinamento.

Pur in assenza di disposizioni regolamentari, si ritiene quindi necessario raccomandare a tutti di praticare con cautela e rispetto la propria attività nel territorio del parco, ancor più il sabato pomeriggio e la domenica, quando è massima la presenza dei visitatori. Si invita infine a parcheggiare negli spazi appropriati, senza occupare e danneggiare prati, boschi e aree coltivate.

Il Presidente
Marco Molgora

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco