Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.772.027
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/2020

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Domenica 17 maggio 2020 alle 18:00

Il rispetto delle regole è il futuro

Buongiorno
Oggi, domenica 17 maggio, alle 17 nel piazzale del traghetto di Imbersago ci saranno state almeno 50 persone e almeno la metà senza mascherina e senza distanze di sicurezza. Sulle alzaie un numero importante di ciclisti e al massimo 1 su 10 con la mascherina e sulle alzaie avere i 2 metri di rispetto è impossibile.
Sembra che rispettare le regole elementari per stare in sicurezza sia considerato un optional: o si pensa di essere più forti del Covid o si pensa che alla aria aperta il virus scompaia. In un caso o nella altro si è dotati di un senso civico pari a zero.
La cosa che mi da più da pensare è che non ci si rende conto che se il virus riparte e di nuovo torniamo in lockdown, questa nostra povera Italia, già alle prese con un problema economico che ci metterà in croce per i prossimi anni se non decenni, non ripartirà più e allora non ci resterà, se saremo fortunati, che tornare a coltivare verdure e allevare galline, con una sicurezza sociale a zero dove le tensioni sociali ci faranno diventare come gli americani tutti armatifino ai denti. Che bel futuro per degli imbecilli, irresponsabili che se ne fregano delle regole e del rispetto sociale.
Giorgio P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco