Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.484.469
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 17 maggio 2020 alle 15:27

Calco: l’amore a distanza lungo 20 anni, poi la casa insieme e la malattia che spezza un sogno. La storia di Evelin e di Danilo

Evelin Lang e Danilo Ratti in Austria

Tutto ciò che sappiamo dell'amore, è l'amore stesso. Nulla di più indecifrabile insomma, secondo quanto sosteneva la poetessa statunitense Emily Dickinson, come lo è per certi versi anche la storia drammatica e commovente di una coppia come quella del calchese Danilo Ratti e della sua Evelin Lang, costretti a vivere la loro lunga relazione in circostanze da sempre avverse. Un amore sbocciato all'alba degli anni 2000 grazie ad amicizie comuni, condizionato dai quei 679 chilometri che dividono il meratese da Graz, seconda città d'Austria, e culminato in un matrimonio celebrato d'urgenza in una stanza dell'Ospedale di Lecco alla fine dello scorso febbraio. L'addio, triste e sofferto, pochi giorni fa. La neosposa, all'età di 63 anni, si è spenta a causa di un male incurabile. Evelin e Danilo si sono salutati per sempre a pochi mesi dal definitivo trasferimento di lei nel Paese, l'Italia, che il suo amato le aveva fatto conoscere e apprezzare profondamente.

I coniugi Ratti nella sede di Mercedes

''Ci eravamo finalmente trasferiti insieme in questa casa il 2 dicembre, la Vigilia di Natale abbiamo scoperto della malattia'' racconta Danilo Ratti dall'abitazione di Calco, acquistata un anno e mezzo fa proprio con l'obiettivo di andare a convivere dopo tanti anni con Evelin. ''Era innamorata dell'Italia, di questa casa, di Calco, di Sartirana, del Lago di Como e di Milano. Era uno spirito libero. Un'artista che passava il tempo libero a fare i lavoretti da mettere in casa. Quadri e tavolini soprattutto. Amava la fotografia e il Kenya. Amava ritrarre e persino ricamare i paesaggi toscani. Per vent'anni ci siamo frequentati come abbiamo potuto, chattando con i primi mezzi di comunicazione apparsi in rete e trovandoci appena potevamo nei fine settimana. Ero più io ad andare in Austria, ma negli anni abbiamo visitato quasi tutta la Penisola e parecchio anche il suo paese d'origine''. Evelin Lang è stata per anni impiegata nell'ufficio di amministrazione del bilancio di Mercedes, mentre Ratti è un bancario e pochi mesi fa - lo scorso agosto - aveva perso anche la sorella Adelia, insegnante della scuola elementare di Olgiate stroncata da una malattia a 59 anni. ''E' un periodo molto difficile'' ha confessato Danilo, vissuto per oltre 15 anni ad Olgiate insieme alla sorella. ''Ma è anche un periodo in cui ho avuto a che fare con tantissime persone veramente gentili e disponibili, dagli infermieri del Mandic, il primo ospedale dove Evelin è stata ricoverata prima di essere trasferita a Lecco, fino all'impiegata del Comune di Lecco che ci ha aiutato a celebrare il nostro matrimonio d'urgenza. Desideravamo sposarci da anni e stavamo organizzando tutto per farlo il prossimo luglio, il mese in cui Evelin avrebbe compiuto gli anni. Volevamo fare una cerimonia civile in Italia e poi quella religiosa in Austria. C'era quasi tutto, anche il pullman per i parenti italiani. Ma poi è iniziato il nostro calvario''.

Evelin in Kenya, una delle sue mete preferite

Le difficoltà non sono finite nemmeno ora poiché, considerato il periodo di emergenza sanitaria, al momento non è ancora chiaro se i parenti austriaci riusciranno ad avere il nulla osta per venire a Calco senza dover affrontare la quarantena di 14 giorni imposta dal Governo italiano a chiunque arrivi da un paese estero. Le esequie sono in programma per lunedì 18 maggio, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Calco. La salma sarà poi composta presso il cimitero locale.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco