Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.769.828
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/08/2020

Merate: 15 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Venerdì 15 maggio 2020 alle 17:49

Risposta al Sig.Roll

Gentile Redazione
rispondo ai quesiti sollevati dal Sig.Roll sulla "strage degli alberi" avvenuta a Cernusco.
Ma prima vorrei farle una domanda Sig. Roll.
Dove vive?
Perché da quello che trapela dal suo scritto sembra non conoscere minimamente l'argomento o forse fa finta di non conoscere per fare ovvia polemica e simpatica disinformazione.
Credo che per comprendere certe scelte non serva ne una grande conoscenza ne una grande cultura.
Serve solo buon senso ed attenzione.
Buonsenso per capire  che la capitozzatura effettuata dalla Provincia in via Papa Giovanni, avvenne in seguito allo schianto di una pianta sulla sede stradale, vado a memoria ma ricordo molto bene il fatto.
Attenzione perché i pini di piazza della Vittoria furono irrimediabilmente danneggiati dall’uragano di qualche anno fa, disastro rimasto sotto gli occhi di tutti per diverso tempo, prima del drastico intervento.
Buonsenso per capire che all’epoca i tigli di via Monza andavano sostituiti per forza per creare dal nulla un marciapiede fino a quel momento inesistente e per dare decoro ad una delle vie che oggi è tra le più belle del nostro paese, anche con essenze arboree discutibili, ma accontentare tutti è assai difficile.
Attenzione per capire che ancora i tigli, ma in via degli Alpini, erano diventati ingestibili; grandi, troppo vicini tra di loro tanto da rendere vano l’effetto dei lampioni nel periodo buio dell’autunno inverno, ma soprattutto erano causa di danni all’intero marciapiede e al manto stradale.
Trovo meno apprezzabile la scelta di quei poco gradevoli mattoncini rosati come rivestimento del marciapiede, ma vengono usati per un motivo preciso e anche qui accontentare tutti è impossibile.
Buonsenso per “il boschetto dell’Andegardo” che più che altro sembrava un’ammasso di rovi e sterpaglie in totale abbandono.
La trasformazione oggi è li da vedere.
Totalmente riqualificato grazie all’intervento di Technoprobe occupatasi della pulizia e ripiantumazione oltre alla creazione di un orto unico nel suo genere.
Lascio per ultimo l’esempio dei pioppi del Conte Lurani.
Se si riferisce a quelli verso la statale ricordo fu emanata un'ordinanza di abbattimento perché erano visibilmente e pericolosamente malati,
Se invece come credo si riferisce a quelli del cannocchiale, qui qualsiasi Cernuschese ringrazierebbe il Prof. Pappone per aver abbattuto quel che rimaneva dei pioppi malati e dimezzati di Villa Lurani e per aver valorizzato l’intera area che oggi è una perla del nostro territorio.
Lo stesso Conte Lurani, ne sono sicuro che stia beatamente sorridendo vedendo quello che è stato fatto oggi.
E qui casca l’asino.
Perché questo è davvero l’esempio più ridicolo che poteva fare.
Qui abbiamo conferma della suo intento polemico e propagandistico a favore di chi è facilmente intuibile.
Infatti cita l’opposizione come unica voce fuori dal coro.
Mi scusi a quale opposizione si riferisce?
Io vedo solo uno schieramento e mezzo, politicamente ed eticamente opposti ma che per ragioni di interessi oggi fanno finta di amarsi, ma che dell’ambiente forse non hanno un grande interesse, se non probabilmente quando scorgono la possibilità di raccattare qualche consenso elettorale.
Tralascio l’elenco della messa a dimora di centinaia di nuove piante perché potrebbe diventare stucchevole, ma sono sotto gli occhi di tutti, gli altri.
Queste sono delle semplici constatazioni aiutate da una sana memoria di un cittadino qualunque
Quindi Sig.Roll le consiglio di essere un pò più attento ai bisogni del paese ed usi un pò più di buonsenso per comprendere certe scelte non comprensibili solo ai distratti, non ad un critico attento come lei, altrimenti perde di credibilità, sarebbe un peccato.
Spero di esserle stato utile.
Cordialità
FRoll
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco