Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.487.220
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 13 maggio 2020 alle 15:15

Calco: le ricerche di Giovanni estese lungo l'alzaia dell'Adda

Le ricerche di Giovanni Sottocornola, scomparso da domenica 10 maggio, stanno proseguendo nei boschi al confine tra Calco e Cassina fra Martino fino al fiume Adda, lungo i sentieri che costeggiano l'alzaia.



Fino alle 23 di sera le squadre di soccorso con i cani molecolari, volontari della protezione civile, carabinieri e un'agente della polizia locale di Calco hanno operato per cercare tracce che potessero ricondurre al giovane, 24 anni laureato, residente con la famiglia a cascina Gera e la cui scomparsa è avvolta dal mistero.


I segugi ieri sera dopo aver annusato indumenti appartenenti al ragazzo hanno fiutato le tracce e si sono diretti verso il bosco. Secondo indiscrezioni pare che il giovane abbia oltrepassato l'abitato di Cassina e si sia diretto verso Madonna del Bosco. Qui avrebbe percorso la scala santa fino a raggiungere la provinciale per poi attraversarla e imboccare il sentiero che si immerge nei campi e scende fino al fiume.



E da qui, infatti, sono ripartite questa mattina le ricerche. Al traghetto è stato predisposto un punto base per le squadre di soccorso della protezione civile e dei vigili del fuoco mentre il territorio è ancora battuto dalle forze dell'ordine che sono in possesso della fotografia di Giovanni, diramata anche alla stampa così da rendere maggiormente visibile ed eventualmente individuabile il giovane.

Articoli correlati:

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco