Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.586.010
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/08/2020

Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc
Scritto Martedì 12 maggio 2020 alle 16:16

A Merate NO a Cernusco SI

Buongiorno,
Se mi permettete vorrei fare un paragone con quello che sta succedendo a Merate con l'abbattimento degli alberi in viale Verdi e la vera e propria strage avvenuta a Cernusco negli ultimi anni, dove, tra quelli capitozzati in via Papa Giovanni, i tigli di Via Degli Alpini, i pini del Parco della Vittoria, i pioppi del cannocchiale del Conte Lurani, il boschetto dell'Andegardo e, se andiamo indietro negli anni, potremmo anche mettere i tigli di via Monza scandalosamente sostituiti con delle 'essenze arborie' come dissero allora quelli bravi (ma almeno in questa occasione li hanno sostituiti); d'altronde si fa prima e costa meno tagliare piuttosto che manutenere e questo è un ragionamento generale di questa giunta che applica in maniera precisa su tutto.
Tornando al paragone; a Merate si sta scatenando l'inferno: cittadini, Pediatri, perfino GreenPeace, Legambiente e Codacons.
A Cernusco? Silenzio!
A parte l'opposizione, non si è visto un ambientalista levarsi a difesa di questo scempio, ma dove sono i cittadini, quelli che un tempo si sarebbero stracciati le vesti per difendere un alberello, i pediatri, Legambiente, Greenpeace ed il codacons? Perchè a Merate NO e a Cernusco SI?

Cordialmente

Roll
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco