Scritto Luned́ 05 luglio 2010 alle 15:07

Olgiate: cristiani provenienti da tutto il mondo alla ''Festa delle Genti'' al Foppone

"La nostra presenza qui  vuole essere un segno che diamo alla società di oggi: una società multietnica ma che non ha ancora trovato coesione”. Con queste parole del parroco don Giancarlo Cereda si può sintetizzare lo scopo della “Festa delle genti” organizzata, come ogni anno, dalla Caritas.

Nella fresca cornice del grande prato antistante la chiesina dedicata alla Madonna del Foppone a San Zeno, domenica 4 luglio ha avuto luogo una festa colorata, allegra e all’insegna dell’integrazione e del rispetto reciproco che ha visto la partecipazione di italiani, bengalesi, africani e russi accomunati dalla fede cristiana.

VIDEO


“Camminare verso l’unità dei popoli nella direzione del Vangelo” e “ricordare che nessuno è straniero ma siamo tutti Fratelli nel Signore”. Questi, come sottolineato da don Giancarlo, gli scopi della giornata cominciata con una santa Messa presieduta da padre Luigino (in sostituzione dell’annunciato don Giancarlo Quadri).

Il sacerdote ha voluto fin da subito ricordare che "Gesù ci fa tutti figli dello stesso Padre” innalzando quindi una preghiera per la pace nel mondo. Pace, integrazione e problemi legati all’immigrazione sono stati poi oggetto dell’incontro tenuto nel tardo pomeriggio da padre Stefan.

Acconto a questi momenti di riflessione, non sono mancati giochi e balli sulle musiche provenienti da tutto il mondo e la cena comunitaria con piatti tipici preparati dai commensali, nel rispetto delle proprie tradizioni.

A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco