Scritto Luned́ 27 maggio 2019 alle 21:55

Merate: poco dopo le 20 la proclamazione del sindaco Panzeri. Stretta di mano con gli sconfitti e poi la festa tra amici e parenti

Alle 20.19 il presidente del seggio "base" di Via Manzoni ha proclamato la vittoria della lista PiùProspettiva con Massimo Panzeri nuovo sindaco della città.

L'ovazione dei sostenitori con gli applausi di rito ha lasciato poi il posto alla lettura dei nomi dei membri eletti nel consiglio comunale, 11 in tutto, così come dei 5 della lista uscita sconfitta, Cambia Merate di Aldo Castelli.
Nessun seggio, come già annunciato, per il movimento Cinque Stelle.

VIDEO - La proclamazione


Se la vittoria si è delineata in un crescendo, seggio dopo seggio, la proclamazione si è fatta attendere due ore, per via della necessità di trascrivere a mano da parte degli scrutinatori le preferenze di tutte le liste della varie sezioni.

Il candidato Panzeri ha presidiato Sartirana fin dalle prime ore dello spoglio, con una tensione palpabile, restando in collegamento con i rappresentanti di lista distribuiti a tappeto per tutti le sezioni. Poi verso le 15.30 si è portato alla sede in centro città dove facevano base Andrea Robbiani e Fabio Tamandi per la raccolta voti dalle sezioni.

Andrea Robbiani e Fabio Tamandi

Al seggio di Via Manzoni, invece, era presente Aldo Castelli che ha seguito l'andamento con Battista Albani, mentre in Piazza Prinetti nella sede di Merate in Comune i sostenitori facevano da collettori di voti dai rappresentanti di lista.

Giovanni Battista Albani e Aldo Castelli

Il movimento Cinque Stelle

Presenti anche Pierluigi Bonfanti con Carlo Vicenzetto che hanno purtroppo dovuto constatare come le loro speranze di un seggio in consiglio andassero pian piano facendosi sempre più lontane.

VIDEO

Quando verso metà pomeriggio la situazione si è andata delineando con chiarezza Via Manzoni si è presto popolata di simpatizzanti, membri della vecchia guardia di Lega e Forza Italia, sostenitori dei diversi candidati, tanto che anche le auto in transito hanno faticato a proseguire per la ressa davanti all'ingresso della sede.

Il gruppo già festante, nonostante la proclamazione non ancora avvenuta, si è spostato poi al collegio Manzoni per l'ultimo atto che si è fatto appunto attendere due ore.

VIDEO

In corridoio davanti all'aula dell'ultima formalità parenti e amici ma anche gli sfidanti che non hanno mancato le congraturazioni al vincitore e promesso, almeno per Cambia Merate, una opposizione attenta e puntuale.

I tre sfidanti

"Il primo commento banale è che i voti si contano" ha esordito Aldo Castelli "il secondo invece è che bisogna constatare l'effetto traino della Lega molto forte. Sapevo che sarebbe aumentata alle europee ma non mi aspettavo così tanto. A livello comunale abbiamo recuperato un po' di voti ma non sufficienti".

Delusione anche per il movimento Cinque Stelle che in un seggio almeno per questa tornata elettorale ci sperava davvero. "Saremo comunque in piazza a incontrare i cittadini come abbiamo fatto negli ultimi cinque anni" ha detto Pierluigi Bonfanti "vigileremo su quello che succederà a palazzo e visto che tanti temi erano nel nostro programma elettorale, li seguiremo e speriamo di vederne realizzato magari qualcuno".

 

VIDEO - Il primo discorso del neo eletto sindaco

Foto di gruppo della squadra con alcuni membri del comitato Viale Verdi che  alla proclamazione
in sottofondo hanno detto chiesto "Le facciamo le rotonde?"..."Sii" la risposta

La parola conclusiva a Panzeri che ha ringraziato tutti per il sostegno e gli oppositori per la campagna elettorale leale. Poi lo stappo dello spumante e via alla festa prima di incominciare già da venerdì a prendere le redini della città.


Massimo Panzeri e Giuseppe Procopio con le rispettive mamme

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco