Scritto Luned́ 31 gennaio 2011 alle 19:31

Lomagna: edilizia libera, il Pgt non prevede posteggi esterni. Dissensi per V. 4 Novembre

Ha sollevato non poche obiezioni e critiche da parte dei cittadini di Lomagna la concessione edilizia che ha avviato i lavori di costruzione di 5 unità abitative in Via 4 Novembre, dove saranno realizzati 12 posti auto privati interrati e (forse) un posteggio esterno, in base alle disposizioni comprese nel Piano di Governo del territorio nel 2008. Oggetto del "contendere", che ha visto residenti e amministrazione a confronto in occasione della consulta urbanistica e lavori pubblici di giovedì 27 gennaio, proprio il cadere dell'obbligo di realizzare una serie di aree esterne adibite a posteggio in caso di edilizia "libera", cioè costruzioni di volumetria piuttosto ridotta.

Il cantiere di Via 4 Novembre


"Dal 2008 nel Pgt le condizioni per l'edilizia libera prevedono la realizzazione di posteggi interni alla proprietà in misura maggiore del passato rispetto ai metri cubi costruiti, mentre non è più obbligatorio realizzare posteggi esterni" ha spiegato il sindaco Stefano Fumagalli. "In base alle direttive del piano, quindi, per le costruzioni di Via 4 Novembre i metri cubi da costruire sono passati da 1700 a 1450 e saranno realizzati 12 posteggi interni. Abbiamo richiesto un parcheggio esterno, ma non è certo che i responsabili dei lavori lo realizzeranno". Molti cittadini hanno lamentato la mancanza di posteggi nell'area, un problema che le nuove case non faranno che peggiorare. "Valuteremo il da farsi per quanto riguarda le indicazioni contenute nel Pgt, i 4 posteggi esterni che sarebbero stati obbligatori in virtù del vecchio Prg non cambierebbero di molto la situazione, certo è che se un lavoratore andrà a casa per la pausa pranzo metterà l'auto in strada e non nel box, e il problema così rimane. C'è da dire però che le nuove indicazioni aumentano i posteggi provati per chi vivrà nelle nuove case, un provvedimento certamente non negativo". Le lottizzazioni di maggiori dimensioni e i piani d'ambito continueranno a sottostare ai vincoli che obbligano a realizzare spazi "standard" all'esterno delle costruzioni e posteggi a disposizione dei cittadini. Per le volumetrie minori, se la giunta non deciderà altrimenti, i parcheggi saranno a vantaggio esclusivo dei futuri residenti.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco