Scritto Giovedì 16 dicembre 2010 alle 20:03

Sgradevole assenza di Sindaco e giunta. Uno sgarbo istituzionale

Sgradevole. Davvero sgradevole. E non è la prima volta che Giunta e gruppo consigliare di maggioranza Pdl-Lega danno di sé una brutta immagine. La commemorazione di Luigi Zappa è stata disertata dal signor Sindaco, dal suo Vice, dai componenti della Giunta e dai consiglieri con la sola lodevole eccezione di Massimo Adobati, probabilmente presente alla S.Messa di suffragio a titolo strettamente personale. Inutile qui ricordare Luigi Zappa. Ci vorrebbero due cartelle dattiloscritte per riassumere quanto ha fatto l'Ingegnere democristiano per la "sua"  Merate. Evidentemente però i "ragazzi del coro" sempre pronti a correre quando fischia Maurizio Lupi o l'agente Betulla al secolo Renato Farina non conoscono la storia della città che amministrano, oppure mantengono l'ostilità verso il massimo esponente del partito scudocrociato o, più sobriamente sono troppo presi a scambiarsi messaggi su Facebook da ricordare un appuntamento tanto importante. Qualunque sia la ragione dell'assenza, essa è da stigmatizzare nella maniera più ferma. Naturalmente mancava anche don Luigi Conti, prevosto di Merate. Ma questa non è una novità: era assente anche alla posa della prima pietra della scuola di Via Montello. Una scelta sempre più politica, la sua. Che francamente comincia a infastidire. Come i soldi spesi per il concerto d'organo (5° gran concerto per coro e orchestra), 3.000 euro pagati dall'Amministrazione comunale verde-ciellina. I "ragazzi" hanno perso un'occasione per ricordare chi li ha preceduti e ha permesso anche a loro di poter gestire una bella città. Pazienza. Di Luigi Zappa difficilmente si perderà la memoria. Di Ambrogio Andrea Robbiani - se va avanti così - si perderanno le poche tracce lasciate già all'indomani della fine della consigliatura.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco