Scritto Marted́ 01 aprile 2014 alle 17:37

Mandello: in tribunale per un infortunio al 'supermercato'

Oltre al pulsante di emergenza, alla macchina adibita al taglio di salumi e carni che ha causato un infortunio per uno degli operai di un supermercato di Mandello del Lario, sarebbe mancata anche una delle parti più importanti: si tratta del marchingegno impiegato per regolare il taglio. Questa è la considerazione principale posta alla base della testimonianza resa quest’oggi al tribunale di Lecco dal tecnico ASL che, insieme a un collega, ha effettuato i controlli postumi all’infortunio che ha portato in aula come imputato il titolare del market A.C.G., chiamato a rispondere di lesioni personali colpose (articolo 590 cp). All’operaio presunta parte lesa R.S. è stato infatti riscontrato un taglio alla mano destra. “Siccome mancava questo pezzo della macchina, occorreva spingere con le mani il pezzo da tagliare contro la lama” ha spiegato il teste G.M.P. illustrando la procedura d’impiego del macchinario.
All’uomo, che ha spiegato come, a seguito della segnalazione di tale mancanza, l’azienda ha provveduto alla sostituzione del dispositivo, è stato anche mostrato il fascicolo fotografico per il riconoscimento dello stesso.
Per fare luce sui fatti e sul capo di imputazione, ancora tutto da dimostrare, il processo è stato rinviato al 18 giugno.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco