Scritto Luned́ 01 luglio 2013 alle 19:36

In tre denunciati per guida in stato d'ebbrezza. Un 'molesto'

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Merate, particolarmente attenti a contrastare il fenomeno dell’abuso e alla prevenzione delle così dette “stragi del sabato sera”. Non sono dunque mancati, anche nel fine settimana appena trascorsi, controlli mirati e relative denunce con quattro soggetti deferiti all’Autorità giudiziaria, tre per guida in stato d’ebbrezza ed uno per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale con l’alcol, anche in questo caso, a “fare da miccia”.
Ma andiamo con ordine.
La prima denuncia (e relativa confisca della vettura) è scattata nella notte a cavallo tra sabato e domenica
Quando i carabinieri del Radiomobile di Merate hanno bizzicato ebbro al volante un 38enne di Brivio. L’uomo, in transito sulla 342 a Calco, si è infatti schiantato contro il rondò del Rex con la sua Clio. I militari, appostati poco lontano, gli hanno immediatamente prestato soccorso procedendo anche ad accertamento etilometrico e  constatando quindi un valore pari a 2,25 g/l.  Poco più tardi i colleghi della stazione di Oggiono, intorno alle 03.00, hanno controllato a Annone Brianza, in via Poncia, un 23/enne di Bosisio Parini alla guida di una Audi A4: anch’egli è risultato positivo (1,10 g/l). Infine, questa notte, alle ore 02.55 circa a Osnago, sempre i Carabinieri del Radiomobile di Merate, dopo averla rincorsa per un breve tratto di strada, hanno fermato una Kia guidata da una 54enne di Verderio Superiore che non si era fermata all’alt intimato dalle divise. La donna ha quindi rimediato una denuncia in quanto, sottoposta all’alcol test ha riportato un valore pari a 1,33 g/l.
Completa il quadro il pregiudicato 53enne residente a Garlate che, chiaramente ubriaco già alle 13.00 di domenica, ha importunato alcuni avventori di un bar del suo paese. Alla vista dei militari della Stazione di Olginate, giunti sul posto, l’uomo si è dimostrato fin da subito poco collaborativo, inveendo e oltraggiando gli stessi che l’hanno quindi condotto in caserma per gli accertamenti del caso, denunciandolo poi per oltraggio a pubblico ufficiale nonché per ubriachezza molesta.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco