Scritto Sabato 13 aprile 2013 alle 18:32

L’ex calciatore Evaristo Beccalossi fa tappa al GS S.Zeno e presenta i corsi dell’Academy


Il lavoro, la tv, l'ufficio di pubblicità non l'hanno mai potuto allontanare dalla sua passione per il calcio, passione che irradia ai più giovani anche grazie alle iniziative dell'Academy che porta il suo nome. Evaristo Beccalossi, storico ex giocatore dell'Inter, ha fatto tappa, insieme ai suoi assistenti, nella frazione olgiatese di San Zeno, dove il Gruppo Sportivo con cui collabora da due stagioni l'ha accolto con i piccoli calciatori per assistere alla presentazione delle attività estive, tra cui il campus presso l'Altopiano di Selvino e la formula del "Day camp città".

Roberto Savi, Evaristo Beccalossi, Ruggero Maggi

"Ho avuto la fortuna di conoscere questo gruppo di lavoro lo scorso anno e con loro mi sono trovato subito bene. Non mi piace dare il nome alle iniziative e poi sparire, quindi eccomi qui a presentare le attività e sarò presente anche durante il campus per allenare ed assistere i bambini" ha spiegato ai presenti l'ex bomber; "continuiamo questa esperienza positiva ringraziando l'Academy che in tutti questi anni ha aiutato a crescere i bambini con professionalità" sono state le parole del presidente del Gs sanzenese Ruggero Maggi.

Evaristo Beccalossi e Ruggero Maggi

Un ampio progetto, sportivo ma soprattutto educativo quello portato avanti dall'Academy Beccalossi, che si impernia su tre imperativi: giocare, crescere, stare insieme. E' questo che il calcio riesce a realizzare in sinergia con figure altamente qualificate, come allenatori, istruttori e animatori; "per noi è importante offrire ai bambini un servizio serio, con gente estremamente preparata e mai improvvisata, perché possano imparare a crescere e anche a competere con misura e criterio". La formula campus proposta si rivolge quindi ai piccoli calciatori che potranno condividere insieme una settimana tra quelle estive, viverla all'insegna del calcio, dell'amicizia con particolari momenti di allenamento, sedute tecniche, ma anche animazioni serali e tanto altro.


"Non mi piace il calcio di oggi" ha spiegato Beccalossi; "se tornassi indietro farei ancora calcio, ma credo che siamo andati troppo oltre. Io sono figlio di operai e mio padre, quando ha saputo della mia vocazione per il pallone, mi ha sempre detto esci, vai all'oratorio, gioca, divertiti. Non mi ha mai detto, come succede ora, gioca a calcio per fare carriera, per risolvere un problema finanziario"; un'idea del calcio e dello sport in generale, quella di Beccalossi, come passione genuina e costruttiva che deve coinvolgere soprattutto le generazioni più giovani: "guardando questi bambini oggi mi sembra di rivedere me ed il percorso che ho fatto: tra gli oratori ed il gruppo sportivo", percorso che ha poi coronato con una splendida carriera.


Un'indimenticabile settimana di vacanza, che possa migliorare le capacità tecniche dei piccolo calciatori, farli provare una prima esperienza di autonomia dai genitori ed imparare a conoscere lo spirito di squadra: chi fosse interessato alla formula estiva proposta dall'Academy può visitare il sito ufficiale www.evaristobeccalossiacademy.it

S.T.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco