Scritto Lunedì 31 maggio 2010 alle 19:58

Mandic/5-Pronto soccorso: ``Osservazione
breve`` aperta dal 3 giugno con tre postazioni
per evitare ricoveri impropri

immagine 10803
Il dr. Giovanni Buonocore, primario di pronto soccorso


L'osservazione breve presso il Pronto soccorso dell'ospedale di Merate aprirà ufficialmente i battenti a partire dalla mattinata di giovedì 3 giugno con 3 letti dedicati a fare da ulteriore ?filtro? verso i reparti. Da alcune settimane presso la struttura diretta dal dottor Giovanni Buonocore è tutto un via vai di operai, muratori e tecnici informatici che hanno attuato alcuni importanti cambiamenti strutturali all'interno del reparto, grazie anche all' aiuto ?materiale? del direttore e del capo sala. Oltre allo spazio che ospita i 3 letti dedicati all'osservazione breve, dotata di bagno privato, è stato ricavato un ampio spazio aperto verso il corridoio centrale per la dimissione dei pazienti e sarà a disposizione a partire dal 3 giugno una sala visite dedicata ai casi psichiatrici che richiedono una forma di isolamento.

 

 

Il corridoio centrale

 

 

Resteranno operative le 2 sale visita mediche, 1 chirurgica e 1 per le emergenze già presenti in reparto, così come il Triage che potrebbe subire modifiche solo in un secondo momento. Quella che inizierà il 3 giugno sarà infatti una fase sperimentale, in attesa di ricavare nuovi spazi all'interno dell'area ora dove ora risiedono gli spazi amministrativi. ?Per alcune problematiche che ci si presentano non sono sufficienti alcune ore di osservazione, in questi casi la soluzione è quella di ricoverare i pazienti? ha spiegato il dottor Buonocore. ?Questo comporta che i malati spesso sono costretti a fermarsi in ospedale per giorni quando in realtà non ce ne sarebbe bisogno. Con una permanenza maggiore presso il Pronto soccorso per molti pazienti sarà possibile lasciare l'ospedale senza dover sottoporsi ad un ricovero, dopo aver effettuato tutti gli accertamenti necessari?.

 

 

Una delle sale visita

 

 

Per quanto riguarda il personale del reparto, agli ausiliari che prima operavano 24 ore su 24 saranno sostituiti 6 Oss (operatori socio sanitari), in grado di soddisfare i piccoli bisogni dei pazienti, con la presenza di 1 ausiliario dalle 10.00 alle 18.00. Gli infermieri che lavorano presso il Pronto soccorso di Merate sono 21 (non tutti a tempo pieno), più uno del 118.

 

 

La sala dedicata all`Osservazione breve

 

 

Con l'arrivo del dottor Francesco Pilato dal 1° di aprile sono 8 i medici operanti presso la struttura diretta dal dottor Giovanni Buonocore, con specialità che vanno dalla geriatria alla medicina interna, fino alla chirurgia toracica: i dottori Gianfranco Bellingeri, Giovanni Chiovaro, Giuseppe Pumilia, Giacomo Mosca, Francesco Pilato e le dottoresse Monica Ferrario e Chiara Corengia.
Al 31 dicembre 2009 gli accessi totali presso il Pronto soccorso del Mandic sono stati 36.441 contro i 34.828 con i quali si era chiuso l`anno 2008. L`aumento percentuale è stato del 4.6%. Questi accessi, suddivisi per codice di gravità, hanno visto come mostra la tabella un lieve incremento dei codici gialli (passati dal 14.2% al 16.1%) e una diminuzione, anch`essa debole, dei verdi (scesi dal 74.7% del totale degli accessi al 73.3%) e dei bianchi (dal 10.5% al 9.6%).

 

 

La zona del Triage

 

 


È diminuito notevolmente il tempo medio di attesa, passato dai 67,2 minuti che si erano registrati nell`arco di tutto il 2008 ai 57,7 minuti dell`anno appena concluso. All`interno di questi numeri, poi, c`è la casistica per le varie fasce che vede un incremento delle attese collocate tra i 15 e i 30 minuti (dal 16.2% si è saliti al 17.8%) e una diminuzione nella fascia oltre i novanta minuti (dal 24.9% si è scesi al 20.6%).

 


Con l'introduzione dell'Osservazione breve potrebbe calare il dato relativo ai pazienti che dopo l`accettazione in pronto soccorso vengono trasferiti in reparto (pari al 19.1% del totale nel 2009) e aumentare di conseguenza il numero di coloro che vengono dimessi.

 

 

La sala dell`Osservazione breve vista dal corridoio

 

 

Tra gli scopi dell'Osservazione breve rientrano, infatti, la riduzione del numero di ricoveri impropri, un'offerta di qualità ai pazienti in fase di accertamento, trattamento e dimissione e una risposta efficace a quei pazienti che presentano sintomatologia tale da non permettere l`immediata dimissione ma neppure una evidente necessità di ricovero.

 

 

La nuova sala dimissioni

 

 

Per arrivare agli 8 posti letto a regime in programma, sarà necessario assumere nuovo personale e stravolgere gli spazi al piano terra dell'ospedale. Ma il tutto sarà realizzato in un secondo momento.


R.R.



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco